lunedì 23 Novembre 2020

TORINO – Polpette avvelenate contro gli animali: la Città Metropolitana mette un campo un’unità cinofila addestrata a riconoscerle

TORINO – Sono frequenti le segnalazioni di “polpette avvelenate” contro animali sgraditi ad alcune persone che giungono alla Polizia Municipale della Città di Torino.Il Servizio Tutela Fauna e Flora della Città Metropolitana di Torino dispone da qualche tempo di un’unità cinofila antiveleno, composta dall’istruttore direttivo di vigilanza Carlo Geymonat e dal cane pastore australiano “Myrtille”, di cui Geymonat è conduttore.L’attività dell’unità cinofila antiveleno si svolge in collaborazione con il Gruppo Cinofilo Antiveleno regionale.

[rev_slider alias=”paonessa”]

Nel pomeriggio di martedì 13 novembre sono in programma alcune esercitazioni dell’unità cinofila in aree verdi della città di Torino, per testare la capacità del cane di riconoscere con il suo fiuto molto sensibile eventuali bocconi avvelenati.

“Oltre ad essere un metodo molto scorretto di soluzione di un eventuale problema di convivenza tra animali e uomo, l’abbandono di esche e bocconi avvelenati è un reato” sottolinea Barbara Azzarà, Consigliera metropolitana delegata alla tutela della fauna e della flora. Un’Ordinanza del Ministero della Salute del 13 giugno 2016 detta infatti “Norme sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche o di bocconi avvelenati”e prevede che il proprietario o il responsabile dell’animale deceduto a causa di esche o bocconi avvelenati o che abbia manifestato una sintomatologia riferibile ad avvelenamento deve segnalare l’episodio ad un medico veterinario. Una volta emessa la diagnosi di sospetto avvelenamento il veterinario deve darne immediata comunicazione alSindaco del Comune in cui l’episodio di presunto avvelenamento è avvenuto, al Servizio Veterinario dell’Asl e all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale competenti per territorio.

[su_slider source=”media: 162328,150947″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Il ritrovamento di esche sospette va segnalato per le verifiche del caso alle forze di Polizia competenti per territorio o alla Città Metropolitana di Torino-Servizio Tutela della Fauna e della Flora, corso Inghilterra 7, Torino, telefono 011-8616987-8616982.

In un’unità cinofila antiveleno l’affiatamento tra uomo e cane scaturisce da un processo lungo e difficile, che richiede un costante allenamento. L’attività rientra tra quelle programmate nell’ambito del progetto LIFE Wolfalps per il monitoraggio della presenza del Lupo nelle Alpi. Di altre unità cinofile antiveleno operanti in Piemonte fanno parte Guardia parco e Carabinieri forestali, sotto il coordinamento del Parco Naturale delle Alpi Marittime.

[su_slider source=”media: 147401,144690″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[rev_slider alias=”urb”]

Original Marines

Per il tuo Natale...

- Advertisement -

Leggi anche..

VENARIA / TORINO – Esce pur essendo in isolamento, denunciato; bar lascia consumare al bancone, chiuso

I carabinieri del Comando provinciale nel corso dei servizi di controllo del territorio effettuati nel fine settimana, intensificati in questo periodo emergenziale per verificare...

VAL SUSA – Confermata la presenza di uno stambecco bianco sul Monte Palon, in Valle di Susa

VAL SUSA - Da alcuni giorni in Valle di Susa tra gli escursionisti si era sparsa la voce sulla presenza di un animale inconsueto,...

TORINO – Aggredito, picchiato, e minacciato per 50mila euro: due arresti

TORINO - I carabinieri hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per rapina, lesioni ed estorsione nei confronti di una “coppia” di Torino,...

TORINO – Terminato l’ospedale a Torino Esposizioni; domenica 22 i primi ricoveri

TORINO - Questo pomeriggio la prima squadra del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese ha preso servizio nel nuovo ospedale da campo per pazienti affetti...

TORINO – “Operazione Fortinite”: 17enne adescava i ragazzini sul web (VIDEO)

TORINO – Un ragazzo di 17 anni, a partire del periodo del primo “lockdown”, aveva utilizzato la piattaforma “Fortinite” per adescare bambini di poco...

Ultime News

TG Canavese e Torino – Le notizie di lunedì 23 novembre 2020

In questa edizione: VENARIA / TORINO – Esce pur essendo in isolamento, denunciato; bar lascia consumare al bancone, chiuso; TORRAZZA PIEMONTE – Colpi di...

RIVAROLO CANAVESE – Da domani è operativo l’Hot spot per i tamponi

RIVAROLO CANAVESE - Da domani, martedì 24 novembre, è operativo il nuovo Hot spot di Rivarolo Canavese per l’esecuzione di test rapidi (tamponi naso-faringei...

CORONAVIRUS – 132 casi positivi oggi in Canavese; Ceresole Reale non è più Covid-Free

CORONAVIRUS - Sono 22.930 i nuovi casi di coronavirus registrati oggi, lunedì 23 novembre, in Italia e 630 i decessi. In Piemonte oggi...

Presto i lavori per la riqualificazione del ponte a Cuorgnè e il secondo lotto della strettoia di Pont Canavese

CUORGNÈ / PONT CANAVESE - Il consigliere cuorgnatese della Regione e della Città Metropolitana Mauro Fava annuncia la prossima cantierizzazione di opere che sono...

BORGARO TORINESE – In completamento la pista ciclopedonale

BORGARO TORINESE - Sono partiti i lavori di riqualificazione del secondo tratto via XX settembre a Borgaro Torinese, dove è in fase di completamento...