COAZZE – Le manifestazioni iniziano venerdì 19 ottobre alle 21 nella sala conferenze dell’Ecomuseo dell’Alta Val Sangone in viale Italia ’61 1, con la presentazione del libro di Ennio Baronetto “Rastél, fórtche e d’áoûte tchóze”, ovvero “Rastrelli, forche e altre cose”.

Sabato 20 all’Ecomuseo è in programma un convegno sul tema “Rete regionale degli alpeggi piemontesi. Promozione dell’economia d’alpeggio”, promosso da Regione Piemonte, Unione dei Comuni Montani Valsangone, Unione Montana Valle Susa, Uncem, Aree Protette Alpi Cozie, Gal Escarton e Valli Valdesi. Nel pomeriggio alle 14 in piazza De Vitis si aprono le iscrizioni all’Ape Raduno, riservato ad Ape Piaggio, scooter, vespe e motorini, mentre alle 15 al circolo Chalet dei Cusinot in viale Italia ’61 n. 76 iniziano le iscrizioni alla “CeuRun”, una corsa non competitiva di circa 9 km lungo l’anello del Running Park Coazze. In serata, alle 19 al Palafeste di via Matteotti 4, nel parco comunale, comincia l’apericena con i prodotti locali e la musica del duo “Bin Ciapà”, mentre alle 21 è in programma la seconda edizione di “Miss Ceura”, un concorso in cui le concorrenti metteranno alla prova le loro abilità per aggiudicarsi un viaggio per due persone.

Per informazioni e adesioni occorre contattare l’ufficio turistico di Coazze. Durante la serata si possono consumare cocktail e drink e si può partecipare al gioco “Indovina il peso del Cevrin”. In contemporanea, alle 21 nella chiesa di Santa Maria del Pino in piazza della Vittoria, è in programma il concerto della corale “Giaveno InCanto” diretta dal maestro Beppe Manera.

Domenica 21 la festa inizia alle 10 con la sfilata della Filarmonica di Coazze e con l’esibizione del gruppo majorettes Happy Blue. Alle 11,30 si celebra la Messa in lingua francoprovenzale nella chiesa della confraternita in piazza Gramsci. Durante l’intera giornata lungo viale Italia ‘61 e nelle piazze della cittadina si possono trovare stand di prodotti agro-alimentari e gastronomici di qualità dei territori alpini piemontesi e della Maurienne, stand dei produttori delle patate di montagna e una rassegna dei formaggi d’alpeggio del Piemonte. Ci sono anche le bancarelle dell’artigianato artistico e d’eccellenza e delle scuole d’intaglio, dimostrazioni di filatura e tessitura tradizionale a cura del gruppo “I nostri Antichi Mestieri” e dimostrazioni delle tecniche di tessitura moderna a cura dell’associazione “La Piasi”. Anche quest’anno il Comune di Coazze organizza la mostra delle capre di razza Camosciata delle Alpi e delle vacche di razza Barà Pustertaler. Per i più piccoli, oltre alle consuete passeggiate a cavallo, c’è la “Pompieropoli” in piazza De Vitis, grazie al Comando dei Vigili del Fuoco di Torino. La biblioteca comunale e le scuole dell’Istituto comprensivo di Coazze organizzano un punto di lettura sul tema “Buon compleanno Frankenstein!!”.

Nel pomeriggio è disponibile la palestra di arrampicata in piazza Cordero di Pamparato, a cura del Soccorso Alpino della Val Sangone e del Laboratorio del suolo, con esperimenti divertenti per scoprire i segreti nascosti nel suolo. Dalle 15 in avanti c’è un laboratorio di panificazione a cura dei panettieri che si fregiano della Deco, la Denominazione d’origine comunale. Il pomeriggio domenicale è per le famiglie, ma non solo: alle 15 in viale Italia ’61 è in programma la dimostrazione della mungitura a cura dell’associazione produttori Cevrin di Coazze, mentre alle 15,30 sono previste le dimostrazioni di caseificazione con un utile tutorial su “Come fare il formaggio in casa”, a cura delle Aree Protette Alpi Cozie. Per i più golosi alle 15 in piazza Gramsci c’è la degustazione guidata dei formaggi d’alpeggio, con un breve corso per imparare a valutare e gustare i formaggi a cura degli esperti dell’ONAF, l’Organizzazione nazionale assaggiatori formaggio. I posti sono limitati, con prenotazione obbligatoria all’ufficio turistico. Interessanti anche gli abbinamenti “Cevrin&Vino” a cura dell’ONAV, “Cevrin&Birra a cura dell’ONAB e lo showcooking delle 16 intitolato “Il riso sposa il Cevrin” a cura del CFIQ di Pinerolo, con lo chef Franco Nusdeo. In piazza Cordero di Pamparato alle 15,30 si disputa la simpatica corsa delle rotoballe, una gara a squadre miste a cui ci si può iscrivere sino alle 15 all’ufficio turistico. Alle 17,30 iniziano le premiazioni delle gare e dei concorsi, che si concludono con la sfilata del gregge di capre di razza Camosciata scese dagli alpeggi del Sellery per il ricovero invernale. In occasione della giornata di festa l’ufficio turistico è aperto con orario continuato e ospita l’esposizione fotografica collettiva di Sara Brezzo, Federico Elia e Sebastiano Meneguzzi.

Per chi volesse approfittare della festa per fare una passeggiata alla scoperta della Val Sangone non mancano le proposte. In mattinata si possono compiere visite guidate alla miniera di talco Garida a Forno di Coazze, con prenotazione obbligatoria all’ufficio turistico. Per gli appassionati di mountain bike c’è un raduno con escursione al Palè e Pian Goraj insieme all’associazione Valsangone Outdoor, con ritrovo dei partecipanti alle 9 ai campi sportivi di Coazze. Ai camminatori è dedicata l’escursione ad anello con l’associazione “Dumacanduma” a Pian dell’Orso. Per informazioni e prenotazioni si può contattare Gabriele Ferreri al numero 393-4091729 o scrivere a gabriele@dumacanduma.org.

Per informazioni sulle escursioni si deve contattare l’ufficio turistico di Coazze, telefono 011-9349681, e-mail turismo@comune.coazze.to.it. L’ufficio è aperto dal mercoledì al venerdì e la domenica dalle 9,30 alle 12,30, il sabato dalle 15,30 alle 18,30.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here