ASTI – I militari della Stazione di Quaranti e Mombaruzzo in collaborazione col personale del Nucleo Operativo e Radiomobile – Aliquota Operativa della Compagnia Carabinieri di Canelli, hanno proceduto all’arresto di S.J.B. di 22 anni, residente a Mombaruzzo, per aver coltivato illecitamente marijuana in un campo di pertinenza della sua abitazione.

Gli operanti nei giorni precedenti avendo notato degli strani movimenti attorno alla sua abitazione, hanno predisposto mirati servizi di osservazione il cui esito ha fatto pensare ai militari che all’interno dell’abitazione si svolgesse illecita attività di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Alla luce di quanto emerso nell’attività investigativa è stata eseguita una perquisizione domiciliare, che ha permesso di accertare che il giovane ha realizzato una serra con impianto di irrigazione, all’interno della quale si erano sviluppate, grazie alla posizione assolata ed alle continue cure, cinque piante di marijuana alte 2 metri circa, pronte per essere recise, essiccate e messe in commercio.

Mentre nella camera del giovane sono stati ritrovati alcuni grammi di sostanza stupefacente pronta all’uso tipo hashish e marijuana nonché due grinder, utilizzati per la macinazione del tabacco e della sostanza stupefacente.

nfimpiantibanner
coferbanner
gymtonic

Al termine delle operazioni i militari, coordinati dal Capitano Alessandro Caprio, hanno comunicato all’Autorità Giudiziaria dell’arresto, ed il P.M. dott.ssa Eleonora Guerra della Procura della Repubblica di Alessandria ha disposto che il giovane fosse posto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione in attesa del processo.

ilbere
Tritapepe

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here