sabato 6 Marzo 2021

TORINO – Sequestrate auto di contrabbando

TORINO – Per risparmiare sul bollo auto, sull’assicurazione RCA e sui diritti doganali, non pochi italiani comprano autovetture di lusso in paesi extra U.E., ma questo non si rivela mai un buon affare, perché i residenti in Italia che vengono fermati alla guida di auto straniere si vedono sequestrata l’autovettura, che potranno riscattare solo dopo aver pagato le imposte evase più le sanzioni.

[su_slider source=”media: 147401,140168″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

 

Infatti, in assenza dell’autorizzazione doganale, il veicolo immatricolato in uno stato extra Ue, risulta introdotto sul territorio italiano di contrabbando.

Questa nuova frontiera del contrabbando è uno degli illeciti oggetto di particolare attenzione nell’ambito della consueta attività di prevenzione e repressione effettuata dalla Guardia di Finanza di Torino che, nei giorni scorsi, ha intensificato il controllo sulle principali arterie cittadine e della prima cintura torinese. Nel corso dei controlli, i Baschi Verdi del Gruppo Torino hanno sequestrato alcune autovetture targate extra UE ed irregolarmente circolanti sul territorio nazionale.

[su_slider source=”media: 119356,144690″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

 

I veicoli sequestrati, con targhe Bielorusse, Albanesi e dell’Ucraina, erano guidate, prevalentemente, da cittadini italiani di tutte le estrazioni sociali, anche quelle meno abbienti, che grazie a questo stratagemma riuscivano a permettersi uno “sfizio” extra. Le vetture, ora, potranno essere riscattate soltanto a seguito del pagamento del valore dell’autovettura e dei relativi diritti doganali.

I conducenti sono stati sanzionati per oltre 6.000 euro. Come ricordato, questo sistema consente agli stessi proprietari, di risparmiare su alcuni costi di gestione della vettura: dal pagamento di bollo e assicurazione, al non comparire come intestatari di autoveicoli di lusso, sino al rendere più difficili o addirittura del tutto vane, le procedure per il recupero di sanzioni per le eventuali violazioni al Codice della Strada.

[rev_slider alias=”urb”]

 

L’attività delle pattuglie “117” delle Fiamme Gialle si inserisce nella costante azione del controllo del territorio, tesa a prevenire e reprimere violazioni finanziarie ed episodi di microcriminalità per tenere sempre alto il livello di rispetto della legalità, in favore di tutti i cittadini onesti e rispettosi delle regole.

 

Leggi anche...