ISSIGLIO – Nella storica cornice dell’ex Casa comunale di Issiglio, sabato scorso (16 giugno), l’Associazione Culturale Issigliese Onlus – Museo della Vita Alpina, ha inaugurato il Monumento civico contro la violenza sulle donne “Sedia Rossa”.

[su_slider source=”media: 147401,140168,150947″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

L’evento patrocinato dal Comune di Issiglio e la realizzazione pratica curata dalle “Donne per la Valle sacra” non è stato un momento di interesse comunitario o semplicemente di ricordo, bensì un simposio di voci ed espressioni che si sono materializzati in un pomeriggio di interessante approfondimento; un argomento “purtroppo ancora troppo attuale e quotidiano” come lo ha definito Marilena Mattioda, Presidente dell’Associazione Culturale Issigliese e “una creazione che ha una lunga lista di attesa”, hanno sottolineato Patrizia Vacca e Daniela Contini “Donne per la Valle Sacra”.

[rev_slider alias=”maf”]

 

Un evento sicuramente importante, con “profonde connotazioni di senso civico” hanno affermato diversi amministratori locali tra cui il Sindaco di Issiglio Antonio Oberto Petto e molti rappresentanti delle associazioni locali e della società civile.

Lauretta, giovane vittima di violenza di genere a cui è dedicata l’installazione, abita nel ricordo e nella pensiero nell’ex Casa Comunale, ora Museo della Vita Alpina, quasi a proteggere un volto e un nome che la brutalità ha strappato alla vita ma che Issiglio ha adottato nel suo senso di comunità e di fecondità culturale.

[su_slider source=”media: 143165,119356″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 144690,132564″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[rev_slider alias=”urb”]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here