TORINO – L’attività info-investigativa svolta dagli agenti del Commissariato “Dora Vanchiglia” ha consentito di fermare un cittadino marocchino di 31 anni dedito allo spaccio di sostanza stupefacente, trovato in possesso di un congruo quantitativo di denaro.

ilbere
coferbanner

L’uomo era solito frequentare alcuni locali del quartiere Dora Vanchiglia, ed era stato notato più volte nei pressi di corso Giulio Cesare. Quando i poliziotti lo hanno fermato per un controllo, il trentunenne deteneva nelle sue tasche circa 100 euro, un telefono cellulare ed un mazzo di chiavi con 3 chiavi. Lo straniero ha più volte dichiarato che quelle chiavi aprivano un alloggio di Volvera, dove era di fatto domiciliato. Gli agenti, non convinti della sue dichiarazioni, hanno effettuato numerosi tentativi di prova chiavi negli stabili di zona, riuscendo ad aprire il portone e un appartamento ubicato all’ultimo piano di una palazzina in lungo Dora Napoli.

 

All’interno dell’alloggio gli operatori hanno scovato un ingente quantitativo di denaro falso. Le banconote, per un totale complessivo di 3750 euro, erano nascoste, suddivise in diverse mazzette, all’interno del cassetto di un comodino, in una busta della spesa e dentro un armadio sotto borsoni e vari indumenti.

Sul fondo dell’armadio, all’interno di una busta, gli agenti hanno trovato anche 11 telefoni cellulari, di cui 2 sicuramente di provento furtivo, tutti avvolti in carta stagnola per alimenti.

gymtonic
Allianz 2 modifica jpeg

Durante la perlustrazione dell’alloggio i poliziotti hanno scoperto che la pancia di un peluche “Winnie The Pooh” era stata diversamente imbottita. Il pupazzo conteneva un involucro trasparente contenente diversi grammi di cocaina.

Lo straniero è stato arrestato per spendita e introduzione nello Stato, senza concerto, di monete falsificate, e denunciato per i reati di detenzione di sostanza stupefacente e ricettazione.

Tritapepe
Pandolfini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.