martedì 20 Aprile 2021

VENARIA REALE – L’ultimo saluto a Dino Valcavi (FOTO E VIDEO)

VENARIA REALE – Il corpo musicale “Giuseppe Verdi” di Venaria, gli amici, i compagni di partito, i residenti di via Amati e i famigliari, hanno dato venerdì 4 maggio, l’ultimo saluto a Dino Valcavi,

“a chi come lui nella vita ha sempre avuto forti valori laici non religiosi, ma che sono sempre valori di fede, di fede nell’uomo, nella possibilità di dare in questa vita un senso alla nostra esistenza, di fede nell’amore fraterno e nella solidarietà, di fede nella ricerca dell’uguaglianza, per cui vale la pena di vivere e di impegnarsi: in tutto questo Dino ha creduto; lui e tanti della sua generazione”.

[su_slider source=”media: 147401,150947″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Durante le esequie è stato letto l’ultimo saluto:

“In questa occasione rendiamo onore all’uomo Valcavi innanzitutto per la sua onestà e correttezza, sensibilità umana, rispetto verso gli altri e il prossimo e impegno nel lavoro. Doti che ha voluto far valere sia come militante del Partito Comunista Italiano e sia come Amministratore Pubblico. Fu, in effetti, proposto come Assessore del nostro Comune e mise da subito a disposizione le sue capacità tecniche e politiche, dovute al suo lavoro e alla sua esperienza fatta precedentemente a Venaria nella Pubblica Amministrazione.”

[rev_slider alias=”maf”]

 

 

“Dino apparteneva a quella generazione che faceva politica, la politica con la P maiuscola, alla quale tanti oggi fanno riferimento, ma molto probabilmente senza sapere di cosa parlano. Uomini come Dino hanno avuto della politica un’idea altissima non per interessi di pochi o per vanità di potere, ma per una grandissima passione civile, totale e disinteressata, oggi in gran parte scomparsa. Quella generazione aveva la giusta idea che l’onore fosse nella rettitudine morale nella pratica e nel lavoro attraverso cui l’uomo vive e si afferma. Per Dino la politica era questo, volontariato, era ascoltare la gente, capire i suoi problemi e darle una speranza di soluzione.
Da tempo Dino si era ritirato dalla politica attiva e si impegnava nell’associazionismo ed anche qui è stato molto apprezzato e rispettato, e non poteva essere altrimenti per persone come lui oneste serie e corrette.”

[su_slider source=”media: 143165,119356,151964″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

 

“Chi ha avuto il piacere di conoscerlo ha potuto apprezzare il suo modo di ragionare, la sua pacatezza nel far ragionare anche gli altri e anche chi la pensava diversamente, senza mai urlare o parlare a sproposito, i suoi interventi erano sempre mirati, documentati e lasciavano a giovani e non riferimenti importanti.
Dino era anche fautore di molte attività culturali, aggreganti in Venaria e anche fuori, impegnato per molti anni nell’organizzazione della Festa dell’Unità di Venaria, è stato uno dei fondatori della Festa del Piemonte al Colle dell’Assietta e fu attivo nell’Associazion Piemontèisa, nella Famija Turinèisa e nel gruppo di tradizioni popolari della Valli Chisone e Germanasca La Tèto Aut.
Dino era Maestro del lavoro ed è stato Maestro di vita, un esempio e un riferimento costante, da lui ci vengono insegnamenti che non dobbiamo dimenticare: specialmente in momenti come questi in cui i grandi valori e ideali a cui Dino si è riferito in tutta la sua vita, sembrano svaniti definitivamente.
Esprimiamo il nostro sincero e profondo cordoglio alla moglie Raffaella, con la quale ha trascorso 63 anni di convivenza, alla figlia Livia con la sua famiglia e ai parenti tutti.”

[su_slider source=”media: 144690,132564,139264″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

GUARDA IL VIDEO

GUARDA LE FOTO

[rev_slider alias=”urb”]

Leggi anche...

spot_img