SAN GIORGIO CANAVESE – Anche il Comune di Castellamonte, insieme a San Giorgio Canavese, e Agliè, fa parte del progetto nato nel 2015, per la valorizzazione e la tutela dei prodotti del territorio: le “Tre Terre Canavesane”.

Dopo l’incontro con i Sindaci di San Giorgio Canavese e Agliè, nel nostro viaggio alla scoperta della 4° edizione del Mercato della Terra e della Biodiversità, abbiamo intervistato Pasquale Mazza, Sindaco di Castellamonte.

La città di Castellamonte conferma la grande tradizione della lavorazione ceramica, a partire da quelle pentole panciute dette “Tòfeje” dove si cuocevano i fagioli e la “piattella” di San Giorgio Canavese.

Ed è proprio la ceramica il “cavallo di battaglia” di Castellamonte. Una peculiarità da preservare e lanciare, che ben si inserisce nel resto del territorio, e ben si sposa con le tipicità di San Giorgio e Agliè.

Il progetto “Tre Terre Canavesane” è nato con la precedente amministrazione, ma anche la Giunta Mazza, è intenzionata a portarlo avanti, e potenziandolo.

Il logo delle Tre Terre Canavesane spicca anche sul manifesto del Mercato della Terra e della Biodiversità, quale simbolo di una sinergia tra comuni per la valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti.

GUARDA L’INTERVISTA AL SINDACO DI CASTELLAMONTE PASQUALE MAZZA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.