VENARIA REALE – Teatro Concordia gremito venerdì sera, per il Concerto di Francesca Michielin.

Anche in questo concerto, Francesca Michielin ha cantato per via Scalabrini 3, il programma di Animazione Giovanile Interculturale dell’Agenzia Scalabriniana per la Cooperazione allo Sviluppo che è sempre più attiva per abbattere muri e costruire ponti, con l’informazione e con progetti speciali, anche in Bolivia e a Bogotà.

ilbere
gymtonic

“Io non abito al mare” porta la firma di Francesca, come sempre autrice dei suoi brani, per la prima volta in collaborazione con Calcutta. Questo è un brano che esalta la difficoltà di comunicare, la differenza che c’è tra sentire ed ascoltare e gli ostacoli in mezzo alle nostre parole. Probabilmente è una delle canzoni d’amore più coraggiose che Francesca abbia scritto, perché pur nell’incomprensione generale e nella tensione di un mondo di relazioni forzatamente passionali, c’è voglia di abbracciarsi, di non avere paura di mostrare quel lato del sentimento che è pura tenerezza. Quest’ultima viene “censurata” proprio sulla foto di copertina del singolo, dove l’abbraccio è nascosto dai pixel, derubandolo così di definizione e intensità.

 

“Ho il mare nella testa – spiega Francesca – perché per vent’anni il mio cuore è stato sopra una montagna. E dove c’è ora la montagna una volta c’era il mare e ho imparato ad ascoltare il silenzio che ha lasciato.”

growupcerimonie
giuanun
Allianz 2 modifica jpeg

GUARDA LE FOTO

 

Tritapepe
Pandolfini
primocontattolungonuovapertura

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here