lunedì 1 Marzo 2021

TORINO – Guerriglia contro CasaPound: quattro agenti di Polizia feriti (FOTO E VIDEO)

TORINO – Tre agenti, del Reparto Mobile di Torino, uno in particolare colpito ad una gamba da una scheggia di oltre 4 centimetri, e un Sovrintendente Capo della Polizia Scientifica della Questura di Torino sono stati feriti a causa del fitto lancio di petardi e bombe carta imbottite di schegge di metallo e di legno da parte di militanti dell’area antagonista torinese, dell’area anarco-insurrezionalista, nonché del Centro Sociale Askatasuna.

[su_slider source=”media: 143165,125676,140168″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Nel corso della manifestazione di protesta perdurata per ore ieri sera, giovedì 22 febbraio, nel tentativo di impedire lo svolgimento di un comizio del movimento politico Casapound in vista delle elezioni Politiche, per la presentazione del candidato Premier Simone Di Stefano, in una struttura alberghiera cittadina, sono stati messi in atto diversi tentativi di sfondamento degli sbarramenti predisposti. Gli attacchi, verificatisi in diverse vie prossime al luogo della manifestazione del sopracitato movimento politico sono stati contenuti e respinti grazie all’uso dell’idrante della Polizia di Stato e al pronto intervento dei reparti impegnati che hanno allontanato dai luoghi i manifestanti tendendoli costantemente sotto controllo fino allo scioglimento della manifestazione.

[su_slider source=”media: 144756,139264,132564″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Gli antagonisti e gli anarco-insurrezionalisti hanno aggredito in diverse occasioni le forze dell’ordine, facendole oggetto di lanci, oltre che dei sopra indicati ordigni esplosivi, anche di pietre, bottiglie e di altri oggetti contundenti, compresi artifizi pirotecnici. Diverse schegge metalliche sono state rinvenute conficcate nelle specifiche protezioni indossate dal personale della Polizia di Stato impegnato nei servizi.

[su_slider source=”media: 100996,100993,109272″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Dura la condanna dei Sindacati di Polizia, SIULP, SAP, SIAP, che in un comunicato congiunto affermano: “Ancora una volta la furiosa violenza dei Centri Sociali, lo spiccato senso anti democratico e illiberale, sotto la copertura di un inaccettabile ed offensivo pretesto “anti fascista”, ha causato un grave turbamento nella città, con il ferimento di poliziotti mediante una “bomba carta” costituita da pezzi di metallo, “colpevoli” di salvaguardare il diritto al rispetto delle leggi e consentire ad una forza politica di presentare liberamente i propri candidati, ma dal colore politico non gradito da questi “campioni” di democrazia.”

[su_slider source=”media: 119356,116078,109265,144690,144691″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

“Lo Stato non può pensare – prosegue la nota – che la follia di questi individui, a prescindere dalle motivazioni pseudo politiche e di qualunque pseudo ideologia si tratti, si traduca in un inevitabile teatro di guerriglia urbana per il quale occorra semplicemente rassegnarsi. La chiusura di questi covi dove si trama per aggredire violentemente lo Stato, le leggi, le forze dell’ordine deve essere immediata. E il Sindaco deve uscire dall’alibi e pretendere lo sgombero e la chiusura di questi Centri sociali ormai fuori controllo. Siamo onorati della grande professionalità che ha contraddistinto le Forze dell’ordine – conclude – e che grazie all’ottima organizzazione messa in campo dal Questore di Torino a cui si somma il suo grande senso di responsabilità si è riusciti a contenere e frenare, senza gravi incidenti, soprattutto per i cittadini, la violenta e maledetta ondata di pazzia di questi Centri sociali.”

GUARDA IL VIDEO

GUARDA LE FOTO

Leggi anche...