giovedì 28 Gennaio 2021

CANAVESE – Città Metropolitana tranquillizza su Ponte Preti

"Ad oggi non si ravvisano evidenze urgenti di carattere strutturale"

CANAVESE – In relazione alle notizie di stampa sulle condizioni strutturali del Ponte Preti lungo la SP 565 sul torrente Chiusella, la II Commissione Consiliare “lavori pubblici”, nella seduta  del 10 gennaio, presieduta dal presidente Fava Mauro, ha audito il consigliere delegato e gli uffici tecnici della Città Metropolitana, allo scopo di conoscere le condizioni attuali della struttura e le future attività gestionali, manutentive e finanziarie relative alla stessa.

[su_slider source=”media: 125676,132564,138203″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Ne è emerso che il  ponte è periodicamente oggetto di visita ispettiva da parte dei tecnici del Servizio Viabilità della Città Metropolitana di Torino, e, “anche a seguito degli ultimi articoli sugli organi di stampa, – affermano – si è proceduto ad ispezione dedicata.”

“Ad oggi non si ravvisano evidenze urgenti di carattere strutturale quali lesioni e/o fessurazioni su elementi strutturali portanti quali arco portante, pilastri ed impalcato, – proseguono dalla Città Metropolitana – ma problematiche legate a invecchiamento e percolazione di regimazione di acque, che ad oggi interessano punti localizzati e con estensione limitata al primo spessore del materiale.”

[su_slider source=”media: 138330,134236,139264″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

La Città metropolitana ha comunque previsto di intensificare  l’attivita di controllo e monitoraggio di questa ed altre strutture esistenti sulla rete, attraverso diagnostica e sensoristica  approfondita, oltre ad alcuni  mirati interventi manutentivi volti alla risoluzione delle problematiche emerse.

“Contestualmente, in relazione alla possibilità di aggiornare il progetto già redatto e già inserito nell’ambito degli strumenti programmatici di sviluppo della rete, la commisisone ha disposto di accelerare l’interlocuzione con la Regione e MIT, anche nell’ambito del procedimento in itinere della retrocessione di parte della rete  stradale ad ANAS,  per inserire ed individuare l’opera  a carattere prioritario.”

[su_slider source=”media: 100996,100993,109272″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 119356,116078,109265″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Leggi anche...