sabato 23 Gennaio 2021

TORINO / QUINCINETTO – M5s: riportare la gestione di tangenziali e autostrade al “Pubblico”

M5s: "Due gli obiettivi: diminuire le tariffe per gli utenti e utilizzare gli utili per la manutenzione delle strade metropolitane ordinarie"

TORINO / QUINCINETTO – Riportare al Pubblico la gestione del sistema tangenziale e autostradale della provincia di Torino. È questo l’obiettivo del Movimento 5 Stelle in Città Metropolitana ed in Regione Piemonte.

[su_slider source=”media: 99248″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

“Stiamo infatti lavorando – affermano dal Movimento- affinché la Città Metropolitana sia soggetto concessionario (come previsto dal nuovo codice degli appalti) o in alternativa sia messa in condizioni di partecipare al bando per le concessioni autostradali. Due gli obiettivi: diminuire le tariffe per gli utenti e utilizzare gli utili per la manutenzione delle strade metropolitane ordinarie. Ad oggi infatti, con le risorse insufficienti delle città metropolitane, non si riescono ad investire le risorse necessarie.”

Questi i tratti autostradali interessati: Tangenziale di Torino; Diramazione Torino – Pinerolo e Autostrada Torino – Quincinetto (Ivrea).

[su_slider source=”media: 130297,132535,125676,110138″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

“Ad oggi i soggetti privati, e pubblico privati, – proseguono – che gestiscono le tratte producono lauti profitti, tanto per fare un esempio il bilancio 2016 di ATIVA Spa (partecipata al 18% dalla Città Metropolitana) ha prodotto utili per quasi 20 milioni di euro di cui solo 3,4 finiti nelle casse metropolitane e reinvestiti sul territorio.”

In Città Metropolitana è già stata approvata una mozione, votata da tutti i partiti, che impegna il Sindaco Metropolitano Chiara Appendino a lavorare affinché “la gestione del sistema tangenziale autostradale di Torino venga affidata alla Città Metropolitana di Torino attraverso società in house ”. Lo stesso percorso sarà intrapreso anche in Consiglio regionale con un ordine del giorno del Movimento 5 Stelle.

[su_slider source=”media: 119356,116078,109265,132564″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

“Per arrivare a questo importante obiettivo -concludono – è necessario però un intervento politico, trasversale ed a tutti i livelli ricalcando la linea passata in Città Metropolitana, per l’esclusione dal bando delle tratte autostradali esterne al perimetro della Città metropolitana. Il Movimento 5 Stelle sta lavorando in tal senso a tutti i livelli, auspichiamo che gli altri soggetti politici facciano altrettanto.”

[su_slider source=”media: 133233″ limit=”100″ link=”image” target=”blank” width=”1600″ height=”220″ title=”no” arrows=”no” pages=”no” mousewheel=”no” autoplay=”0″]

[su_slider source=”media: 130212″ limit=”100″ link=”image” target=”blank” width=”1600″ height=”220″ title=”no” arrows=”no” pages=”no” mousewheel=”no” autoplay=”0″]

[su_slider source=”media: 100996,100993,109272″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Leggi anche...