CHIERI – Nella mattinata di ieri 31 agosto, i militari della stazione di Chieri, unitamente all’aliquota operativa, coordinati dal capitano Di Puorto, a conclusione di mirata attività

[su_slider source=”media: 99248″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

investigativa, hanno denunciato in stato di libertà per furto aggravato e ricettazione due chieresi, M.P. 39 anni, nullafacente, tossicodipendente, già noto alle forze dell’ordine, e V.L. di 42 anni, pensionato, tossicodipendente, con precedenti.

Da circa 15 giorni la cittadina di Chieri era colpita da una serie di furti su auto, soprattutto utilitarie, alle quali solitamente veniva rubato l’autoradio. Agli occhi degli investigatori, non era sfuggito che l’ondata di furti era concomitante con la presenza a Chieri di V.L., con gravi problemi di tossicodipendenza, che si era allontanato dalla comunità di ricupero di Vigone, dove era in cura. La raccolta di elementi di colpevolezza su quest’ultimo e sul suo complice M.P., ha spinto gli investigatori ad eseguire una perquisizione domiciliare, dove sono stati rinvenute 5 autoradio, frutto dei furti perpetrati a Chieri la notte precedente.

Oltre alle autoradio, è stata rinvenuta anche l’autovettura utilizzata dai malfattori, che si trovava posteggiata sotto casa, una Toyota Aygo rossa, rubata a Torino il 7 agosto scorso.

[su_slider source=”media: 110138,119356″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 109265,109272″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 100996,100993,116078″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here