COLLEGNO – Lo scorso 24 agosto, alle 12.30, una cassiera del supermercato “Presto Fresco” di viale dei Partigiani a Collegno, ha composto il 112 per comunicare che pochi istanti prima, una persona col volto travisato con una sciarpa e con un capellino, con un coltello in pugno, era entrato nel supermercato e, approfittando di un attimo di distrazione, si era impossessata del contenuto di una cassa, pari a circa 400 euro.

Advertising App ON 2


La cassiera vista la scena, ha cercato di fermare il rapinatore che, dopo una breve colluttazione, ha guadagnato la fuga.
I militari della stazione di Collegno e la pattuglia della Radiomobile di Rivoli, hanno raggiunto immediatamente il supermercato, acquisendo le testimonianze e visionando i filmati delle telecamere di sorveglianza.


Le ricerche sono state orientate immediatamente verso un giovane tossicodipendente già noto per i i precedenti penali, residente a Collegno: si tratta di Antoniello Edoardo 32 anni, sottoposto agli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio. I militari operanti, alle 13.30 si sono recati presso l’abitazione del sospettato, senza trovarlo. Lo hanno rintracciato poco distante, alla fermata del pullman, mentre tentava di scappare prendendo il mezzo pubblico.

Associazione Primo Contatto definitivo 700X100
Allianz 2 modifica jpeg

Fermato dai militari, Antoniello, in evidente stato di alterazione alcolica, ha dato in escandescenza colpendo con calci e pugni gli operatori, oltre a proferire frasi ingiuriose. Solo dopo il supporto di un’altra pattuglia e l’intervento del 118, è stato possibile procedere al suo fermo. Il reo è stato arrestato con l’accusa di rapina aggravata, violenza, resistenza ad un pubblico ufficiale ed evasione. Terminate le formalità di rito, è stato ristretto presso la casa circondariale “Lorusso e Cutugno” di Torino, a disposizione dell’A.G.

Monalisa Ozegna 700×100 2
Monalisa Ozegna ok 700×100

GUARDA IL VIDEO

GUARDA LE FOTO

Banner_730x100
Original Marines
mafish nuovo 730×100

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here