RIVAROLO CANAVESE – Alti cumuli di terra sono comparsi nell’area del Vercellino.

Questa mattina il Sindaco Alberto Rostagno, ha effettuato un sopralluogo insieme all’Associazione Non Bruciamoci il Futuro, la quale aveva allertato il primo cittadino su questa comparsa, con la preoccupazione che si potesse trattare di terra “inquinata”.

Il sindaco ha verificato che la terra proviene dagli scavi effettuati al casello di San Giorgio Canavese da Agrigarden dietro autorizzazione dell’ex Provincia, e assicura, quindi, che non si tratta di terra contaminata in qualche modo.

[su_slider source=”media: 99248″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Ora dovrà verificare la questione burocratica, ossia se o perchè non sia stato informato il Comune di Rivarolo Canavese, cosa che potrà fare soltanto domani con la riapertura degli uffici oggi chiusi per la Festa Patronale di San Giacomo.

[su_slider source=”media: 110138,119356″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

GUARDA LE FOTO

[su_slider source=”media:109265,109272″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 100996,100993,116078″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here