TORINO – Questa mattina si è tenuto un incontro organizzato  i sindacati di Polizia (SIULP), dei Vigili del Fuoco (CONAPO) e degli Infermieri (NURSIND), per discutere sulle problematiche e sulle criticità del numero unico.

I Sindacati denunciano il fatto che con l’adozione del numero unico è stato inserito un passaggio in più, cosa che rallenta i tempi di intervento. Per questo hanno avanzato una proposta: la creazione di una sala interforze composta da Vigili del Fuoco, Polizia, Carabinieri, Polizia Locale e 118. Un’unica sala operativa dove sono tutti assieme. Esperimento già effettuato lo scorso 24 giugno in occasione di San Giovanni e che ha funzionato benissimo.

[su_slider source=”media: 99248″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Il vero problema non è il numero unico, ma l’organizzazione che si cela dietro e che crea preoccupazione per la sicurezza e la salute dei cittadini.

Presente all’incontro anche il Senatore Stefano Esposito che si è impegnato ad intercedere con la Regione per la convocazione di un tavolo tecnico, in modo da verificare la possibilità di attuare il progetto avanzato dai sindacati.

[su_slider source=”media: 110138″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

GUARDA IL VIDEO

[su_slider source=”media:109265,109272″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 100996,100993,116078″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here