lunedì 23 Novembre 2020

ALESSANDRIA – Violenza nel carcere di San Michele: detenuto aggredisce poliziotto e lo ferisce con lametta

SAPPE: “Basta aggressioni in carcere! Prefetto riunisca il Comitato provinciale Ordine e Sicurezza”

ALESSANDRIA – Un detenuto straniero del carcere San Michele di Alessandria ha aggredito e ferito ieri un poliziotto penitenziario servizio.

La notizia è diffusa dal Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, che stigmatizza il grave fatto e che chiede al Prefetto di convocare il Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica.

[su_slider source=”media: 99248″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

“Non è possibile continuare a registrare violenze e aggressioni ai poliziotti penitenziari in servizio nelle carceri di Alessandria senza vedere alcun provvedimento conseguente”, denuncia il Segretario Regionale per il Piemonte del SAPPE Vicente Santilli. “Ieri pomeriggio, verso le 14.30, un detenuto marocchino ristretto per i reati di furto e spaccio ha aggredito, durante una normale perquisizione, l’Assistente di Polizia Penitenziaria addetto al controllo e lo ha ferito ad una mano, al collo e al braccio con una lametta che aveva evidentemente nascosto. Una violenza assurda, ingiusta ed ingiustificata, tanto più che il poliziotto stava eseguendo un normale controllo. Il SAPPE esprime al collega ferito solidarietà e vicinanza, ma dice anche basta alle aggressioni contro personale di Polizia Penitenziaria. Al Prefetto chiediamo di convocare una riunione straordinaria del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza che metta sul tavolo soluzioni concrete alla grave situazione della Polizia Penitenziaria alessandrina”.

Donato Capece, segretario generale del SAPPE, aggiunge: “Il grave episodio accaduto ieri al San Michele di Alessandria è la diretta conseguenza di una costante situazione di tensione legata a due fattori: da un lato il progressivo aumento delle presenze tra i detenuti con il contestuale continuo depauperamento degli organici del Reparto di Polizia Penitenziaria – che necessita, subito!, di un adeguamento incremento di poliziotte – e dall’altro una nuova organizzazione interna dei penitenziari basata sulla vigilanza dinamica ed il regime aperto. I numeri dicono che sono presentati nella Casa di Reclusione San Michele di Alessandria 311 detenuti rispetto ai circa 260 posti letto regolamentari: 284 i condannati e 27 sono gli imputati, che dovrebbero scontare la pena in una Casa Circondariale. Gli stranieri tra le sbarre sono 146, ossia quasi il 50% delle presenti. E già questo evidenzia una possibile azione di intervento che si dovrebbe assumere. Da tempo il SAPPE denuncia il ciclico ripetersi di eventi critici in carcere (anche ad Alessandria) che vede coinvolti detenuti e detenute stranieri. E’ infatti sintomatico che negli ultimi dieci anni ci sia stata un’impennata dei detenuti stranieri nelle carceri italiane, che da una percentuale media del 15% negli anni ’90 sono passati oggi ad essere oltre 18mila. Fare scontare agli immigrati condannati da un tribunale italiano con una sentenza irrevocabile la pena nelle carceri dei Paesi d’origine può anche essere un forte deterrente nei confronti degli stranieri che delinquono in Italia. Il dato oggettivo è però un altro: le espulsioni di detenuti stranieri dall’Italia sono state fino ad oggi assai contenute, oserei dire impercettibili. E credo si debba iniziare a ragionare di riaprire le carceri dismesse, come l’Asinara e Pianosa, dove contenere quei ristretti che si rendono protagonisti di gravi eventi turbativi dell’ordine e della sicurezza durante la detenzione”.

[su_slider source=”media: 110138″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 109265,109272″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 100996,100993,100995″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Original Marines

Per il tuo Natale...

- Advertisement -

Leggi anche..

TORTONA – Sgominata banda dedita ai furti in aziende e case: 5 arresti (VIDEO)

TORTONA - Nella giornata di ieri, giovedì 1 ottobre, i Carabinieri della Compagnia di Tortona, coadiuvati nelle fasi conclusive delle operazioni dai colleghi delle...

ALESSANDRIA – Strage di Quargnento in cui morirono tre Vigili del Fuoco: arrestata anche la moglie

ALESSANDRIA - La Cassazione rigetta il ricorso della difesa: la moglie di Giovanni Vincenti, già rinviata a giudizio in quanto ritenuta responsabile della strage...

CASALE MONFERRATO – Controllo dei Carabinieri presso un RSA (FOTO)

CASALE MONFERRATO - Nella mattinata di sabato 11 aprile, i Carabinieri della Compagnia di Casale Monferrato si sono recati in una Rsa di Casale...

ALESSANDRIA – Trovato un ordigno bellico a Mirabello Monferrato (FOTO)

ALESSANDRIA – A Mirabello Moferrato un passante ha trovato un residuo bellico nei pressi di una strada sterrata tra i campi. Avvisato subito le forze...

ALESSANDRIA – Coronavirus: un nuovo decesso all’ospedale

ALESSANDRIA - È deceduto questo pomeriggio all’ospedale di Alessandria un paziente di 75 anni, per arresto cardiorespiratorio. L’uomo era ricoverato da alcuni giorni presso...

Ultime News

CANAVESE – I Sindaci del Canavese occidentale e Valchiusella chiedono il potenziamento degli ospedali

CANAVESE – I 46 Sindaci dell'Area omogenea del Canavese occidentale, congiuntamente ai sindaci della Valchiusella, hanno inviato una lettera all'Assessore alla Sanità della Regione...

SETTIMO TORINESE – Ospedale, Icardi: “Nessuna chiusura o riduzione delle attività”

SETTIMO TORINESE - L’Ospedale di Settimo Torinese non verrà né chiuso, né depotenziato. A ribadirlo è l’assessore regionale alla Sanità, Luigi Icardi. “Allo stato attuale...

CANAVESE – Si discute sulla location del nuovo ospedale; l’On Bonomo propone San Giorgio o Colleretto Giacosa

CANAVESE - “Siamo stanchi di continuare ad assistere a questo ping pong. É da irresponsabili. Dopo anni finalmente sembrava che il progetto del nuovo...

TORRAZZA PIEMONTE – Colpi di arma da fuoco contro la sede Amazon

TORRAZZA PIEMONTE – Ieri sera, domenica 22 novembre, intorno alle 19, sono stati esplosi due colpi di arma da fuoco contro la sede Amazon...

Pensieri e Parole..in tempo di Covid: Marina Vittone e Sandra Ponchia

Nella puntata odierna di Pensieri e Parole..in tempo di Covid, ci siamo collegati con Marina Vittone e Sandra Ponchia consiglieri di minoranza della Lista...