martedì 11 Maggio 2021

VENARIA REALE – Bilancio positivo per “Natale a Venaria Reale 2016 – Seconda Edizione”

VENARIA REALE – Si è confermato il gradimento dei cittadini, degli operatori sul territorio e dei turisti per la manifestazione del periodo natalizio, che da due anni ha visto significativi cambiamenti.

Sessanta appuntamenti in programma, sei settimane, venti luoghi, quindici associazioni, hanno concretizzato il “Natale a Venaria Reale 2016”. Il periodo dei festeggiamenti, inaugurato il 3 Dicembre 2016, anticipando così il periodo natalizio rispetto ad altre iniziative dell’area Torinese, è iniziato con l’accensione delle luci, l’apertura del Villaggio di Natale, che ha accolto artigiani piemontesi, ma anche internazionali con le loro specialità, e del Regno di Ghiaccio, la pista di pattinaggio in Piazza Vittorio Veneto che resterà aperta fino a fine Febbraio.

Una settimana in più di programmazione in confronto al 2015. In questa edizione di “Natale a Venaria Reale”, insieme alle luminarie poste per le strade e per le piazze della città, e per la prima volta nelle Piazze Cavour, Nenni e Michelangelo, Corso Matteotti, Via Canale, Via Pretegiani, i veri protagonisti sono stati i grandi alberi di Natale posti in Piazza Annunziata e Piazza Atzei, che hanno fatto da sfondo al succedersi delle iniziative allietate dalla cioccolata calda offerta a tutti. Per tutto il periodo, inoltre, nei caffè, nelle pasticcerie e nelle torrefazioni è stato possibile trovare la tazza del Natale di Venaria Reale, a cura della Pro Loco Altessano Venaria Reale. Un Natale nelle piazze e nelle strade con l’atmosfera delle famiglie e il calore del focolare domestico.

La manifestazione “Natale a Venaria Reale 2016 – seconda edizione” è stata ideata e promossa dalla Città di Venaria Reale in collaborazione con la Fondazione Via Maestra.

Ma passiamo ai conti: il costo totale della manifestazione per l’Amministrazione è di € 37.678,63 a fronte di spese e ricavi. In particolare, i ricavi sono pari a

€ 8.771,82 (€ 6.451,82 di TOSAP e TARI, € 2.320,00 contributo spontaneo di sessantotto operatori del territorio). Il costo totale per il settore Cultura è di

€ 30.065,40 (83,61%), a fronte della percentuale della copertura dei costi, e per il settore Commercio è di € 7.613,23 (16,39%).

I bambini si sono immersi nell’atmosfera di un tempo, anche, con la Giostra Antica, divertendosi tra cavallini galoppanti e carrozze principesche.

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img