MAPPANO / TORINO – Sono proseguite anche oggi le ricerche presso il laghetti Falchera, a Torino, di Momcilo Bakal, 44 anni, originario della Bosnia, ma domiciliato a Mappano, scomparso lo scorso 24 luglio.

Sul posto, oltre ai Carabinieri, i Ros, i cani molecolari, i Vigili del Fuoco della centrale di Torino e i Saf. L’ipotesi è che l’uomo sia stato ammazzato e gettato nei laghetti. Pare che l’uomo avesse frequentazioni pericolose. La denuncia di scomparsa è stata presentata dall’ex compagna, soltanto all’inizio di settembre. Dopodichè la donna era tornata a Locri.Comportamento poco convincente per i militari.

I due, quando stavano assieme e vivevano a Fornacino di Leini, erano finiti nei guai con i Carabinieri che avevano trovato, durante un blitz a casa loro auto rubate a Borgaro, Caselle e Torino, trapani, gruppi elettrogeni, porte per interni e diverso materiale da cantiere rubato in zona.

La coppia aveva tentato la fuga, ma era stata bloccata dai Carabinieri.
La Procura di Ivrea ha aperto un fascicolo per omicidio. Le indagini proseguono così come le ricerche che oggi, nonostante sia stato scandagliato tutto il laghetto, hanno avuto esito negativo.

GUARDA LE FOTO

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here