Foto L'AgendaNews

CIRIÈ – Dal 5 aprile verranno attivati tre nuovi sportelli di pubblica tutela a Ciriè, Chivasso e Susa che affiancheranno quelli già presenti a Torino, con lo scopo di aiutare, informandoli e aiutandoli, gli amministratori di sostegno e i tutori nella gestione della vita delle persone in difficoltà, tutte le volte in cui è necessario l’intervento del giudice tutelare.

Le sezioni decentrate di Ciriè e di Chivasso, saranno gestite in collaborazione con l’Ordine

Foto L'AgendaNews
Foto L’AgendaNews

degli Avvocati di Ivrea, mentre quella di Susa sarà gestita direttamente dalla Città metropolitana di Torino, con il sostegno del Conisa Val Susa e del Comune di Susa,

Gli sportelli si troveranno a:
Ciriè via Banna, 14 (c/o il Centro per l’impiego) aperto ogni mercoledì dalle 14.00 alle 16.00
Chivasso LungoPiazzad’Armi, 6 (c/o il Centro per l’impiego) aperto ogni martedì dalle 14.00 alle 16.00
Susa piazza San Francesco, 4 (c/o il Conisa Valsusa) aperto il primo e il terzo martedì del mese dalle14.00 alle 16.00

L’Ufficio di pubblica tutela accompagna il cittadino nella corretta comprensione della normativa che regola gli istituti di protezione e nelle prassi operative dell’autorità giudiziaria, fornendo, grazie alla presenza di professionalità dell’area giuridica e dell’area socio-assistenziale, un completo panorama sulle scelte migliori per l’attuazione del “progetto di vita” e per la corretta gestione del patrimonio dei beneficiari di protezione.

Nel 2015 si contano 986 consulenze fornite (nel corso dell’anno 2014 sono state 664) oltre a 183 deleghe all’assistente sociale e 180 interventi di raccordo promossi dal Giudice tutelare.
Privilegiando un linguaggio non tecnico, gli operatori dell’Ufficio si pongono l’obiettivo di responsabilizzare il titolare della protezione giuridica evitando l’approccio meramente burocratico. In questa logica sono stati predisposti due vademecum (distribuiti al momento del giuramento dai giudici tutelari di Torino) per tutori e amministratori di sostegno che ne agevolano l’attività. I vademecum sono pubblicati sul sito istituzionale della Città metropolitana e sul sito del Tribunale di Torino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here