VAIE – Il 97% dei 500 lavoratori Alcar (200 a Vaie e 300 a Lecce e produce particolari per macchine agricole e movimento terra) hanno detto sì all’accordo firmato dalla FIM e dalle RSU FIM e FIOM.

Ad annunciarlo il Segretario dei metalmeccanici torinesi, Claudio Chiarle, che precisa: ALCAR“L’accordo prevede un prestito, che sarà restituito a partire dal prossimo anno,  da parte dei lavoratori all’azienda per consentirle di evitare il fallimento”

Assente al tavolo la Fiom, tranne per il delegato Rsu.

“L’ideologica Fiom non accettando questa impostazione non si è più presentata al tavolo di trattativa lasciando solo il delegato della Fiom che ha firmato l’accordo, insieme alla FIM, dopo che si sono fatte le assemblee e il referendum – prosegue e conclude il Segretario della FIM Torinese, Chiarle – Il nostro modello sindacale fatto di partecipazione e confronto ha portato un ulteriore risultato per difendere i posti di lavoro e l’occupazione  evitando la chiusura di un’altra azienda. Siamo un Sindacato che vuole dare prospettiva industriale al territorio non inaridirlo con l’antagonismo conflittuale”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here