POLITICA – Il GIP Giudice per le Indagini Preliminari dott.ssa A. Aracri del Tribunale di Massa ha convocato Camera di Consiglio in aula penale il 19 aprile 2016 alle ore 12.00, indagati con accusa di razzismo e diffamazione, l’Onorevole Ignazio Benito Maria La Russa dirigente del partito politico Fratelli d’Italia, laureato in giurisprudenza, avvocato patrocinante in Cassazione e Presidente della Giunta per le autorizzazioni a procedere della Camera dei Deputati e Gianluca Buonanno Europarlamentare della Lega Nord.

E’ stata cosi rigettata la richiesta di archiviazione presentata dal Pubblico Ministero dott.ssa R. Ignazio-La-RussaSoffio accogliendo l’istanza depositata in Tribunale da Marcello Zuinisi legale rappresentante dell’Associazione Nazione Rom.

Le denunce contro Ignazio La Russa e Gianluca Buonanno, ratificate nella Stazione della Legione dei Carabinieri Toscana in Via Borgo Ognissanti – Firenze, sono inerenti le dichiarazioni da questi espresse, nel periodo tra novembre e dicembre 2014, alla nota trasmissione radiofonica la Zanzara in onda su Radio 24 – gruppo de Il Sole24ore.  Affermazioni e giudizi di una gravità inaudita: “i Rom in qualche cromosoma hanno qualcosa che non va, direi proprio che hanno il genoma della delinquenza, sono portati a delinquere” (Buonanno) “i Rom sono culturalmente dei ladri” (La Russa)

Nella sua richiesta di archiviazione del caso, il Pubblico Ministero R. Soffio ha sostenuto la tesi secondo cui la trasmissione radiofonica La Zanzara è una sorta di zona franca dove gli interpellati ascoltatori possono esprimersi senza tabù, senza censure, senza tagli.

Nella richiesta di opposizione all’archiviazione, richiesta convocazione Camera di Consiglio e conseguente rinvio a giudizio, Marcello Zuinisi ha sostenuto la tesi secondo cui, in Italia, non esiste una zona franca nella quale la legge non esiste, un fatto aggravato dal ruolo istituzionale rivestito dai due denunciati; “ Il razzismo e la corruzione sono, oltre che gravi reati penali, i principale fattori di crisi ed impedimento alla crescita e sviluppo economico dell’intera Italia. Le affermazioni sostenute dai due parlamentari rimandano alle teorie anti-umane sulla razza divenute stato sotto le dittature del nazismo e del fascismo. Teorie divenute pratica e tentativo di annientamento dell’umanità nei campi di sterminio.”

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here