CANAVESE – Intensificati i controlli da parte delle Guardie ecologiche volontarie della Città metropolitana di Torino, sui rifiuti abbandonati sulle piazzole di sosta e sotto i cavalcavia della provinciale 460 del Gran Paradiso.

Sono già quattro i casi recenti per i quali si è riusciti a risalire ai colpevoli.canavese-abbandono-rifiuti-1

Si tratta di due illeciti a carico di aziende, e quindi di natura penale, su cui si stanno completando le indagini, e due abbandoni compiuti da privati cittadini. Di questi ultimi, uno è in corso di accertamento, l’altro riguarda un impiegato di Collegno che tutti i giorni si reca a lavorare a Bosconero: dopo essere stato rintracciato a casa, ha pagato una multa di 600 euro e ha ripulito la piazzola dove aveva abbandonato più volte – come lui stesso ha ammesso scusandosi – i sacchetti della pattumiera.

“La stretta che abbiamo deciso nella riunione con i Sindaci della zona comincia a dare i suoi frutti – commenta il vicesindaco della Città metropolitana di Torino Alberto Avetta. – L’attività repressiva è necessaria per mettere fine a un deprecabile comportamento che si ripete da lungo tempo, ma sappiamo che questo non basta: a giorni sarà pronta una campagna di comunicazione che aiuterà a ricordare che il territorio è di tutti, e che le notevoli spese che occorrono per ripulire i bordi della strada pesano sulle tasche di tutti i cittadini”.

(Foto Città Metropolitana di Torino)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here