lunedì 10 Maggio 2021

CUORGNÈ – Pinelli arricchisce anche il dizionario 2016

CUORGNÈ – Tullio Pinelli non pensava che avrebbe anche arricchito il dizionario italiano.

TULLIO PINELLI

Il tormentone, nato 40 anni fa dal film “Amici Miei”, ossia il termine “SUPERCAZZOLA”, è entrato a far parte del vocabolario della lingua italiana.

Pinelli, al quale verrà dedicato il Teatro Comunale cittadino, fu sceneggiatore del celebre film (regia di Mario Monicelli), insieme a Pietro Germi, Leonardo Benvenuti e Pietro De Bernardi.

“Parola o frase senza senso, pronunciata con serietà per sbalordire e confondere l’interlocutore”: questa è la definizione lessicografica nel dizionario. Nata come sketch esilarante nel celebre film, uscito nel 1975, la parola è diventata un vero tormentone, entrando nella memoria collettiva nel corso degli anni. Così la frase “non-sense” che il conte Mascetti (Ugo Tognazzi) e gli altri goliardici protagonisti di “Amici Miei” propinavano alle vittime dei loro scherzi ha acquistato non solo un “senso” ma un peso specifico nel linguaggio comune.

Allo stesso modo il calcistico “TIKI-TACA”: nel vocabolario è uno “spagnolismo” che significa “ticchete tocchete”. “Nel calcio, tipo di gioco consistente in un insistito possesso palla basato su una serie di passaggi ripetuti”. Dopo aver riempito le pagine dei quotidiani sportivi oltre che le bacheche di trofei del Barcellona di Guardiola, il tiki-taca adesso è una parola italiana.

Sono due degli oltre 500 inserimenti che lo Zingarelli 2016, da notaio della lingua italiana, ha registrato e aggiunto alle 144.000 voci  e 380.000 significati. Tra le parole introdotte anche: jihadista, telepedaggio, capocurva, complottista, pentastellato, cooking show, sfanalare, cogenitore, smart.

Ma la paura più grande è quella della furia JIHADISTA ossia il sostenitore, seguace della jihad. Segno dei tempi come le nuove figure del COGENITORE (uno dei genitori rispetto all’altro, specialmente se il concepimento o l’adozione del figlio avviene al di fuori degli schemi della famiglia tradizionale), della MADRE SURROGATA (donna che porta a termine una maternità surrogata). E anche lo stato di ADULTITA’ cioè la condizione di adulto, sta cambiando. Insomma siamo un paese dove tutto è SMART (come smartphone, smartwatch, smartglass). Ma non lasciamoci BABBIARE (prendere in giro): dietro la nuvola dello SVAPO (fumo) c’è sempre la solita PARACULAGGINE. Mettiamoci in tasca la MISERICORDINA (la scatola simile a una confezione di medicinali (in quanto ‘rimedio per l’anima’), contenente il rosario, distribuita dalla Chiesa cattolica su iniziativa di papa Francesco) e consoliamoci con un MACARON CIOCCOLATOSO o un MARSHMALLOW.

[Best_Wordpress_Gallery id=”1620″ gal_title=”01-01-01 Pubblicità”]

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img