venerdì 7 Maggio 2021

CUORGNÈ – Ronde d’Estate: chiuse iscrizioni con 108 concorrenti

CUORGNÈ (TO) – Saranno 108 gli equipaggi che domenica prossima, 9 agosto, sfileranno sulla pedana di partenza della seconda edizione della Ronde d’Estate.

Un numero record, che pareggia il risultato dello scorso anno e che riempie di soddisfazione tutto il team dell’Auto Sport Promotion guidato da Paolo ed Alessandro Meneghetti. “Quantità, ma anche qualità, a riprova che il lavoro che abbiamo effettuato in questi mesi ha colpito nel segno” commenta il presidente del Comitato Organizzatore Paolo Meneghetti

I 108 concorrenti sono divisi in 94 con le vetture moderne e 14 le vetture storiche. Con il numero 1 scenderà dalla pedana il valdostano Elwis Chentre, un affezionato delle gare canavesane, affiancato da Walter Nicola, che disporrà della Grande Punto Abarth curata da Mario D’ambra. Il furetto di Roisan (AO) non avrà però vita facile, visto che subito dietro a lui scenderanno la pedana di Cuorgnè ben quattro vetture WRC, le regine del mondiale rally, a cominciare dalla Škoda Fabia del secondo classificato della scorsa edizione, il bergamasco Marco Colombi, affiancato da Mauro Turati; quindi la Ford Focus WRC del torinese Augustino Pettenuzzo, affiancato dall’astigiano Elio Tirone, ansiosi di riscattare la delusione della scorsa stagione, quando finirono fuori dai giochi fin dal primo passaggio sulla prova di Chiesanuova, seguiti dai cuneesi Alessandro Gino-Marco Ravera, con la Mini Countryman WRC in gara test per il Valli Cuneesi, ma anche ansiosi di conquistare il loro primo successo stagionale assoluto. A chiudere la “striscia” delle World Rally Car la “storica” Ford Escort dei saluzzesi Gianbartolo Bernardi-Paolo Carrucciu.

Ma la lista dei pretendenti alla vittoria non si ferma qui. Con una seconda Grande Punto Abarth S2000 si schiereranno alla partenza l’astigiano Fredrik Fassio, con Andrea Rossello sul sedile di destra, mentre con una Ford Fiesta R5, lo stato dell’arte nelle vetture da rally, si presenterà ai nastri di partenza il saluzzese Paolo Bernardi, cui detterà le note il navigatore pavese Paolo Zanini. Alla Ronde d’Estate sono iscritti tre equipaggi in classe N4 con in testa i locali Gianluca Tavelli-Nicolò Cottellero, Mitsubishi Lancer EVO IX, che lo scorso anno chiusero sul podio, mentre un tuffo nel passato è rappresentato dalla Lancia Delta HF del toscano Nicolò Fedolfi. Da seguire ancora le gesta in S1600 dei locali Fulvio Calvetti e Giovanni Bausano, entrambi su Clio, in R3C di Christian Milano, in A7 di Riccardo Ala e Germano Cretier (Clio Williams per entrambi).

Nel mirino degli spettatori ci sarà la biellese Gloria Andreis, una delle due donne al volante, che si cimenterà per la prima volta alla guida e farà concorrenza all’altra driver rosa Caterina Costanzo al volante della Mitsubishi Colt di categoria Racing Start; la parte rosa della gara è completata dalla presenza di trenta navigatrici iscritte. In evidenza anche la presenza della giovane promessa locale Federico Orso, una tantum nel ruolo di navigatore sulla Mini condotta da Mattia Camerlo, ed il ritorno alle gare di Erica Pogliano, che detterà le note al fratello Roberto sulla Clio N3 di famiglia, dopo oltre un anno e mezzo di assenza e la presenza del moncalierese Giorgio Gabetti, Rover ZR, che dimostra così di aver superato le conseguenze dell’uscita di strada al Moscato Rally del giugno scorso ed il pilota istruttore Mario Trolese, che farà faville con la piccola Peugeot 208 R2B affiancato dal giovane navigatore Enrico Ghietti. Fra i canavesani DOC si segnalano anche il pilota-preparatore Antonio Rotella, con Alessandro Rappoldi sulla Peugeot 106 di Classe A6, il sindaco di Pessinetto Gianluca Togliatti, che detterà le note a Pietro Giuseppe Teppa sulla Peugeot 106 A6, e vivrà una sfida in famiglia con Sergio Togliatti, navigatore sulla Clio Williams di Danilo Casassa, Fabio Gaudina, con al suo fianco Jastine Sertori che punterà in alto con la sua Subaru Impreza, il figlio d’arte Filippo Serena, affiancato dall’esperta navigatrice astigiana Tiziana Desole.

I quindici equipaggi delle storiche sono guidati dalle Lancia Delta 16 V fra i quali spicca quello di Gianni Ollearis-Beppe Simonato riformatosi dopo alcuni decenni, la Porsche 911 SC dei biellesi Marc e Stephanie Laboisse, la 131 Abarth dell’equipaggio anglo svizzero formato da Massimiliano e Giuseppe Girardo, la Porsche 911 di Dino Fabbrica con Ilaria Gorletta ad indicargli la via, l’Under 23 di Ivrea Daniele Ferron, affiancato dalla torinese Francesca Mosso sulla Opel Kadett GT/E e la Renault 5 GT Turbo di Dino Vicario-Marina Frasson. Al seguito delle auto da rally sfileranno 15 equipaggi della parata.

L’appuntamento è a Cuorgnè per sabato 8 agosto alle ore 8,30 per le verifiche sportive e tecniche che si protrarranno sino alle ore 13,30. In contemporanea si svolgerà lo shake-down, mentre nel pomeriggio (dalle 14,00 alle 18,00)  i concorrenti avranno la possibilità di visionare il percorso di gara al volante di vetture stradali e nel rigoroso rispetto delle norme del Codice della Strada Partenza della gara domenica, 9 agosto alle ore 8,01 da Piazza Martiri di Cuorgnè, arrivo alle ore 18,36 dopo aver percorso quattro volte la prova speciale di Chiesanuova per un totale di 37,640 km cronometrati.

La 2° Ronde d’Estate coinvolgerà i comuni di Pont Canavese, Borgiallo, Chiesanuova e Cuorgnè, che ospiteranno la bella prova speciale di quasi dieci chilometri di lunghezza, già molto apprezzata lo scorsa anno da tutti i 109 piloti partecipanti. Il programma della Ronde d’Estate è previsto su due giorni, con le verifiche regolamentate sabato mattina 8 agosto dalle 8,30 alle 13,00, in modo da poter lasciare il tempo ai concorrenti di effettuare lo shake-down (ore 09,45-13,15) e le ricognizioni autorizzate sul percorso (ore 14,00-18,00). La gara scatterà sabato sera alle 19,00 in Piazza Martiri della Libertà di Cuorgnè con la presentazione dei concorrenti, mentre i cronometri cominceranno a girare domenica, 9 agosto, dalle ore 8,01. L’appuntamento per festeggiare il vincitore è alle ore 18,36 con le premiazioni sul palco all’arrivo. Oltre alle vetture moderne, con le spettacolari World Rally Car in testa, alla Ronde d’Estate potranno prendere parte 15 auto classiche, costruite fra il 1986 e 1990 e 15 auto storiche. La Seconda Ronde d’Estate è valida per il Campionato Piemonte Valle d’Aosta Rallies-Trofeo Automotoracing 2015.

Lo scorso anno il successo andò ai portacolori della Porto Cervo Racing, Maurizio Diomedi-Mauro Turati (Ford Focus WRC) che precedettero sul traguardo di Cuorgnè i lombardi Marco Colombi-Flavio Guerra (Peugeot 207 S2000) ed i canavesani Gianluca Tavelli-Nicolò Cottellero (Peugeot 207 S2000). Dei 109 equipaggi partiti conclusero il rally in 73.

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img