TORINO – Nella mattinata di ieri, la Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Stradale di Torino, unitamente a personale del Commissariato di P.S. “San Paolo” di Torino,portiera (Rid)

al termine di un’attività di indagine durata circa 5 mesi, ha eseguito 4 ordinanze di misura cautelare di cui 2 in carcere, nei confronti di altrettanti soggetti resisi responsabili di una lunga serie di furti pluriaggravati.

L’indagine è scaturita da un episodio di furto avvenuto in data 21.11.2014 in via Monte Asolone a Torino. In quell’occasione le telecamere di sorveglianza di un esercizio commerciale, in piena notte, riprendevano un uomo che, giunto sul posto a bordo di una Fiat Panda di colore chiaro, vecchio modello, scendeva dalla vettura e, dopo essersi avvicinato ad un’auto regolarmente parcheggiata ed averne infranto un vetro, si introduceva nell’abitacolo, quindi ne asportava le portiere anteriori e posteriori lato destro.

Le indagini hanno portato all’individuazione di F.G. che effettuava i furti sulla base di commissioni avute da altri tre soggetti, due titolari di carrozzerie a Torino, il terzo legato a quell’ambiente e al settore dell’infortunistica stradale, i quali gli indicavano esattamente la tipologia dei pezzi di cui avevano necessità  per le loro attività.

In totale sono stati effettuati 23 furti nella zona di C.so Francia, nei comuni di Torino e Collegno.

Nel corso della perquisizione locale, effettuata nella mattinata di ieri, al box auto di uno dei soggetti coinvolti, gli agenti di polizia hanno rinvenuto alcune portiere di autovetture, centraline e pneumatici.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here