RIVAROLO CANAVESE – Non saranno i Comuni di Rivarolo Canavese e Cuorgnè ad organizzare la mini rassegna teatrale che partirà il 10 luglio.

È saltato, infatti, l’accordo, e il Comune di Cuorgnè si è tirato indietro. «Mancavano i tempi tecnici. – Afferma l’Assessore alla Cultura di Cuorgnè, Giuseppe Costanzo – l’organizzeremo Teatroassieme un’altra volta. Il Comune di Rivarolo ha detto che riesce comunque da solo.»

La scelta dell’Assessorato alla Cultura di Rivarolo è stata un’altra: ha deciso di organizzare la rassegna non in “prima persona” ma in collaborazione con le associazioni.

«Ci sembrava una cosa ben fatta – afferma l’Assessore alla Cultura di Rivarolo, Costanza Conta Canova – coinvolgere il territorio. Cosi ci siamo rivolti a due associazioni culturali cittadine: gli Amici del Castello Malgrà ed AreaCreativa42. Gli Amici del Castello per la logistica, considerando che la rassegna si terrà al Parco, e perchè avendo la mostra e le visite al Castello abbiamo visto l’opportunità di creare un circuito. Mentre AreaCreativa42, avendo i contatti con le Compagnie teatrali, ha accettato di organizzarla.»
La rassegna, denominata “Teatro al Castello Malgrà”, verrà coordinata dall’Associazione di Torino, Teatro21 e strutturata in tre serate: il 10 luglio sarà Margherita Fumero con i Fumeri per caso a dare il via all’evento con lo spettacolo “Evviva il varietà”; l’appuntamento successivo sarà il 17 luglio con “ Al di là del vero e del falso” del mentalista Marco Bellantuono; chiuderà la rassegna “Ciak ci girano” di C. Insegno con Carlotta Iossetti, Andrea Beltramo e Guido Ruffa il 24 luglio.

Il costo del biglietto è di 10 euro, alla biglietteria allestita e gestita dal Teatro21; inoltre è possibile acquistare le prevendite presso la Cartoleria Vota. I posti a sedere sono 100.

Durante lo spettacolo del 17 luglio, inoltre, l’associazione “AreaCreativa42” allestirà nelle scuderie del castello una mostra di alcune delle opere dell’artista Danilo Marchi.

Il costo della mini rassegna non è certo indifferente: l’Associazione Teatro 21, ha chiesto ad AreaCreativa42, un impegno di spesa pari a 4.420euro. A sua volta, AreaCreativa42, ha girato una richiesta di contributo al Comune, su un importo più alto (5.174euro), oltre all’area, le transenne, le scuderie, il palco e l’allacciamento temporaneo straordinario all’Enel di 30Kw.

Il Comune ha deliberato accordando al sodalizio rivarolese un contributo pari a 4.500euro (importo che va a coprire totalmente i costi), più naturalmente, la soddisfazione delle altre richieste (l’area transennata, il palco, i locali per gli artisti e l’allacciamento temporaneo straordinario all’Enel di 30Kw fino ad un importo massimo di consumo pari a 800euro).

La gestione della biglietteria, così come l’intero incasso, andrà alle compagnie teatrali.

«Nel contributo – prosegue Conta Canova – è compreso un importo di 600euro per serata, a compagnia. Questo per far sì che, nel caso non ci fosse pubblico, le Compagnie teatrali non si trovino a dover venire gratis.»

E se dovessero fare il “sold out” in tutte le tre serate? Ai cittadini i conti….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here