BRANDIZZO – Si sta procedendo in questi giorni alla sostituzione della catena elettrica attuale con un impianto di due dissuasori a scomparsa elettrici posizionati all’ingresso di Piazza Vittorio Veneto al fine di impedire l’accesso ai mezzi non autorizzati nell’area pedonale.

Il costo complessivo dell’intervento, come si evince dalla determina n. 521 che risale al 18 dicembre 2014, ammonta a € 12.035,30.Brandizzo

Molti i pareri contrari dei cittadini, soprattutto sui social, a questa spesa che ritengono inutile e tropo alta.

“Credo che – afferma il consigliere Aldo La Rosa – spendere oltre € 12.000 per sostituire la catena attuale con un impianto di due dissuasori a scomparsa elettrici all’ingresso di Piazza Vittorio Veneto sia quanto meno una spesa inopportuna e superflua visto il periodo di crisi e difficoltà economiche che molti brandizzesi stanno affrontando”.

“Fra le tante necessità per il nostro paese – aggiunge il consigliere Giuseppe Deluca – riteniamo che questa non sia una priorità e si sarebbe potuto procedere aggiustando la catena che era ancora funzionante, spendendo decisamente meno.

Ci viene raccontato che non ci sono i soldi e poi vengono sprecati in questo modo! Le priorità sono altre e riguardano le condizioni delle scuole, dove le veneziane cadono in testa ai nostri figli e ragazzi e professori sono accampati con giornali e cartoni alle finestre o addirittura tovaglie per ripararsi dal sole, la viabilità e le strade dissestate e piene di buche, gli aiuti alle famiglie. Queste sono le necessità dei brandizzesi e non i dissuasori mobili da oltre € 12.000!”

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here