POLITICA – Riceviamo da Forza Italia Giovani Torino Città Metropolitana e pubblichiamo:

«A Raffaele Fitto, che ci informa del voto contrario dei suoi, dico che è rimasto indietro. FORZA ITALIA GIOVANI (Rid)Forza Italia lo sta già facendo dopo decisioni partito e gruppo». Lo scrive su Twitter Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia a Montecitorio. Sceglie una risposta in 140 caratteri anche Giovanni Toti: «La linea di Forza Italia è chiara: Opposizione. Basta critiche strumentali. Si discuta negli organi di partito per tornare a vincere con alleanza di centrodestra», scrive su Twitter il consigliere politico di Forza Italia. Queste le prime dichiarazioni di due big azzurri a seguito della conferenza stampa di questa mattina dell’On. Raffaele Fitto che ha nuovamente rimarcato la sua ostilità nei confronti della linea politica del Presidente del suo partito Silvio Berlusconi. Anche in Piemonte si iniziano a far sentire voci forziste piuttosto indispettite dal comportamento dell’esponente pugliese. Dalla fedelissima del Presidente Berlusconi la Senatrice Maria Rizzotti al Commissario dei giovani azzurri torinesi Tommaso Varaldo.

“Siamo stufi di chi da mesi grida all’azzeramento dei vertici del partito al solo fine di portare avanti interessi personali. Basta con le critiche strumentali, è necessario lavorare all’insegna dell’unità perché dividere la squadra significa unicamente avvantaggiare gli avversari” – così Tommaso Varaldo, Commmisario Forza Italia Giovani Torino Città Metropolitana – “I nostri elettori chiedono l’unità del centrodestra per tornare a vincere e non sterili distingui. Il dibattito interno ad ogni partito è simbolo di vitalità, ma non può degenerare nel vortice delle critiche sterili e dei soli interessi personali. Forza Italia, che sta attraversando uno dei periodi più difficili della propria storia, grazie alla lungimiranza del Presidente Berlusconi si è confermato anche in questi mesi un movimento coerente con la propria storia di forza riformatrice che vuole guardare al futuro. In Forza Italia c’è spazio per chi vuole seminare germogli che possano essere raccolti dalle generazioni future e non per chi guarda unicamente al garantire interessi, ambizioni e posizioni personali. Noi giovani di Forza Italia – conclude Varaldo – non chiediamo alcun azzeramento dei vertici perché non si può azzerare la storia del più grande movimento politico degli ultimi vent’anni. Continuare a lavorare perché il centrodestra torni unito sotto la bandiera del Presidente Silvio Berlusconi e perché possa nuovamente governare questa Nazione, oggi in condizioni devaste e devastanti per responsabilità che sono ben chiare, è l’unica strada responsabile e credibile che dobbiamo percorre.”

Per la fedelissima azzurra Maria Rizzotti «Giocare a fare il primo della classe, provando così a perseguire solo meri interessi personali non è corretto. In Forza Italia si sta se si lavora per l’affermazione del movimento, il cui leader è Silvio Berlusconi. Anche oggi, anticipando come voterà sulle riforme senza attendere le decisioni del partito, Fitto continua a sbagliare. Le sue provocazioni, finalizzate a danneggiare l’immagine politica di Forza Italia, disgregandola, vanno respinte. Mai come adesso è necessario – aggiunge la senatrice – privilegiare e lavorare per l’unità del partito e del centrodestra, stringendosi attorno alla leadership del presidente Berlusconi per tornare a vincere in questo Paese, i cui dati economici sono catastrofici». «È questo il sentimento diffuso sui territori dove la nostra gente è sempre più disgustata dal protagonismo distruttivo dell’esponente pugliese. Ovviamente – conclude Rizzotti – sarà Berlusconi, anche sulle riforme e sulla legge elettorale, a darci la linea e a decidere come voteremo»

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here