mercoledì 12 Maggio 2021

MALPENSA – ARRESTATA HOSTES CON 9KG DI EROINA

[label style=”important”]Ascolta l’articolo[/label][audiotube id=”y3Z4vpXDUlo” tiny=”yes”]

MALPENSA – La costante attività di controllo esercitata presso l’aeroporto di Malpensa, tappa privilegiata dei traffici internazionali di sostanze stupefacenti destinate sia al mercato interno che a quello continentale, ha permesso ai militari della Guardia di Finanza di portare a termine, nella giornata di ieri, un rilevante risultato di servizio.

FOTO G.D.F.

La mirata attività di intelligence posta in essere nel contrasto al traffico internazionale di stupefacenti ha permesso di individuare la presenza di bagagli sospetti a bordo del volo in partenza da Lahore (Pakistan) e destinato a Parigi. La ormai consolidata attività di profiling adottata e costantemente affinata consentiva ai militari, sin da subito, di focalizzare l’attenzione su R.A., trentenne hostess di bordo. All’arrivo del volo, i militari, supervisionavano con la consueta attenzione il ritiro dei bagagli da parte dell’equipaggio, riscontrando un anomalo nervosismo nell’impiegata pakistana, che tentava disperatamente di disfarsi di quella che di lì a

FOTO G.D.F.

poco si sarebbe rivelata eroina di ottima qualità. Nella circostanza la donna tentava di scambiare i propri effetti personali con quelli di una collega; il movimento insolito, tuttavia, non passava inosservato ai finanzieri che, dopo un attento controllo consentiva di accertare che i bagagli ritirati dalla hostess, anche se riportanti i dati di altra persona, assolutamente estranea al reato, risultavano di proprietà della stessa. All’interno del trolley e della borsa, abilmente occultati in doppifondi, venivano trovati ben 8,7 chilogrammi di eroina pura. La donna veniva tratta in arresto e condotta presso la Casa

FOTO G.D.F.

Circondariale di Monza, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Il meticoloso monitoraggio della delicata e complessa area aeroportuale, il ricorso alle consolidate esperienze d’intelligence e operative e l’oramai imprescindibile sinergia investigativa con la Procura della Repubblica di Busto Arsizio, hanno permesso di ottenere un significativo risultato, infliggendo un duro colpo alle organizzazioni transnazionali di trafficanti di droga. (G.d.F.)

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img