martedì 11 Maggio 2021

TORINO – AGENTE INVESTITO, LE CONDIZIONI RESTANO GRAVI

[label style=”important”]Ascolta l’articolo[/label][audiotube id=”sW9mH3UuF1U” tiny=”yes”]

TORINO – Le condizioni dell’Agente Scelto della Polizia Municipale Torino, ricoverato al C.T.O., restano gravi, soprattutto per il trauma cranico subito.

L’incidente si è verificato, giovedì 4 settembre, alle ore 21.40 circa.
Gli Agenti del Nucleo Progetti e Servizi Mirati, che svolgono servizi per la sicurezza urbana finalizzati alla raccolta di informazioni, all’accertamento di fatti, alle indagini, alla prevenzione ed alla repressione dei reati, stavano svolgendo un normale servizio di istituto, in turno serale 17.30/0.30. Si trattava di tre coppie di Agenti in abiti borghesi, con tre auto prive di scritte di riconoscimento.
Una di queste pattuglie, a bordo di una Fiat Punto, stava percorrendo corso Dante da via Nizza verso il Po. Poco prima di raggiungere corso Massimo d’Azeglio i componenti hanno notato una persona sospetta sull’altro lato della strada, e hanno quindi deciso di fermarsi per verificare meglio la situazione. L’agente vittima dell’incidente, 48enne, è sceso dal proprio posto, fianco guidatore, e ha attraversato corso Dante in direzione corso Marconi mentre sopraggiungeva l’auto investitrice, una Ford Fiesta, che stava percorrendo corso Dante dal Po verso via Nizza; nell’urto l’agente è stato travolto e sbalzato a parecchi metri di distanza. Il comandante della Polizia Municipale Torino, Alberto Gregnanini, e l’assessore alla Polizia Municipale, Giuliana Tedesco, accorsi a far visita all’agente, sono particolarmente vicini ai famigliari e auspicano un positivo evolversi del quadro clinico.

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img