RIVAROLO CANAVESE – La variante al piano regolatore, le imposte e le indennità a Sindaco e Assessori, sono gli argomenti sui quali i gruppi di opposizione hanno battagliato ieri in Consiglio Comunale.

rivarolo-consiglioLa variante riguardava le modifiche apportate al Project Financing, operazione effettuata dall’ex amministrazione Bertot, per la realizzazione delle nuove scuole elementari.

«Avremmo preferito – ha asserito Marina Vittone, consigliere di minoranza per Rivarolo Sostenibile – che questo punto fosse posticipato, perché, per la sua complessità, avrebbe meritato una seduta dedicata. Inoltre non capisco la fretta. Avevamo detto che prima avremmo costituito l’apposita commissione.»

«Non passando in commissione – ha aggiunto Alessandro Chiapetto, Movimento 5 Stelle – è difficile capire. Ci auguriamo che questa sia l’unica volta in cui viene utilizzato questo “metodo”. Riteniamo inoltre fondamentale, per i cittadini, che l’intero progetto che riguarda le scuole sia portato in una discussione pubblica, in modo che tutti i rivarolesi vengano informati.»

Le considerazioni dei due consiglieri, sono state condivise anche dal gruppo Riparolium, che ha sottolineato la necessità di trasparenza attraverso la pubblicazione delle varianti: «Come facevamo noi, ex amministrazione Bertot. – Ha commentato il consigliere Aldo Raimondo, che ha aggiunto a metà tra ironia e sarcasmo – Noi che eravamo accusati di non essere trasparenti»

«Non è una rivisitazione del progetto – ha ribattuto l’Assessore Francesco Diemoz all’intera opposizione – discuterne in un’apposita commissione non è obbligatorio, ma facoltativo. Inoltre ne abbiamo parlato nella riunione dei capigruppo, dove eravate presenti. Comunque accolgo con favore l’idea di un’illustrazione pubblica ai cittadini.»

Il bilancio, con la determinazione delle imposte e delle indennità, ha fatto parecchio discutere.

Il Sindaco Alberto Rostagno ha rimarcato che la stesura dello stesso era iniziata quando c’erano ancora i Commissari Straordinari ad amministrare, e che loro hanno avuto soltanto un mese a disposizione per “metterci le mani”.

«Come si può rilanciare l’economia se si penalizzano i cittadini con queste imposte? » Ha tuonato l’opposizione, lamentando ancora una volta il fatto che l’argomento non sia passato attraverso l’apposita commissione.

«Per quanto tempo ancora – ha commentato Marina Vittone – potrete nascondervi dietro alla frase “proseguiamo ciò che ha lasciato la Commissione Straordinaria”?»

consiglio-RosbochAncora polemiche sugli stipendi degli amministratori. L’unico che rinuncerà all’indennità di carica è il Presidente di Consiglio Domenico Rosboch, il quale, durante la seduta, ha annunciato a sorpresa la propria decisione, andando controcorrente rispetto all’amministrazione Rostagno.
E mentre il bilancio veniva approvato dai voti della sola maggioranza, sul pianerottolo esterno alla sala consigliare, qualcuno dei cittadini commentava: “Cambiano i musicisti, ma mai la musica”.

2 COMMENTI

  1. Gentile redazione,vorrei fare se possibile una precisazione .Dall’articolo si evince che solo il buon Rosboch rinuncia ai vantaggi economici che la carica gli porta .Mi risulta che il primo ad aver rinunciato a detti vantaggi sia il consigliere di minoranza 5 stelle Alex Chiapetto,che nei vs articoli sia quantomeno poco considerato.Devo pensare che anche il vs giornale sia “contro”?. Spero di no e lo verifichero’ seguendovi assiduamente. Augurandovi Buon Lavoro ,porgo cordiali saluti. giulio veronese

    • Egregio Signor Veronese, molto probabilmente Le sono sfuggiti gli articoli precedenti (nonchè i servizi in video) relativi allo stesso argomento, nei quali il protagonista era proprio il Signor Chiapetto (ci sono anche articoli relativi a Marina Vittone e a Martino Zucco Chinà). La invito quindi a leggerli. In questo caso la notizia “nuova” era la scelta del Signor Rosboch nell’ambito della maggioranza. Posso assicurarle che questo è un quotidiano di informazione indipendente e non è assolutamente di parte. Il nome scelto (ObiettivoNews) sta ad indicare non soltanto il “centro” della notizia, ma il fatto che sia sempre e comunque trattata (con quelli che possono essere i nostri limiti di esseri umani) in modo obiettivo. Il nostro scopo è fornire informazione, semplice e pura informazione oggettiva. Ma non sta a me cercare di convincerla. Sono certa che potrà rendersene conto da solo, seguendoci assiduamente! La ringrazio e La saluto cordialmente. Buona serata.
      Magda Bersini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here