[label style=”important”]Ascolta l’articolo[/label][audiotube id=”0Pu7FhcRDCQ” tiny=”yes”]

ALPETTE – “Bastava dircelo prima”. Intitolano così il loro comunicato gli organizzatori dell’Alpette Rock Free Festival, con i quali declinano l’invito dell’Amministrazione Comunale per l’incontro di questa mattina, rimarcando la loro decisione quale irrevocabile.

“[..] Le è stato esplicitamente richiesto – scrivonoarff –  sia durante l’ultima riunione (da Lei convocata) venerdì 27 giugno presso il Comune di Alpette, sia via comunicazione formale il giorno successivo, 28 giugno c.m., il documento ufficiale con le nuove e definitive disposizioni che Lei ha dichiarato che avrebbe valutato in seguito alla suddetta ultima riunione. Non abbiamo avuto nessuna risposta se non una nuova, ennesima, ulteriore proposta di incontro senza avere traccia di nuove proposte da parte Sua ne degli “enne” documenti ufficiali richiesti in questi giorni. […]

“Ribadiamo la collaborazione, la voglia e la passione dimostrata sul campo in questi 10 anni e con la puntualità delle nostre azioni, presenze, intenzioni e proposte, ma crediamo che il nostro tempo sia prezioso e che sia doveroso per noi riflettere su quanto successo in queste terribili settimane, in modo totalmente inaspettato e a ciel sereno. Siamo degli instancabili ottimisti. Crediamo nei valori dell’associazionismo e del rispetto.
In queste ultime ore, ci stiamo trovando in un triste gioco istituzionale nel quale non vogliamo finire e del quale non ci sentiamo parte. Un gioco a chi si salva per primo, una caccia al merito. Quando noi da salvare avevamo “solo” il Festival.
Lo abbiamo detto in tutti i minuti e secondi di questi ultimi giorni. Non volevamo creare polemica sul caso ARFF. Volevamo solamente avere delle risposte e delle soluzioni ufficiali da parte dei diretti interessati.
Abbiamo confidato nelle istituzioni del nostro territorio, speranzosi si potessero mettere a disposizione, PROPOSITIVAMENTE, per mantenere viva la manifestazione. Quello che ne è seguito e che ne sta seguendo tuttora, è un pasticcio istituzionale del quale non vogliamo far parte.
Qualcuno ha parlato di lungimiranza e di caparbietà dimostrata negli anni da TO LOCALS. Arrivati a questa condizione quindi, con un clima di tensione che arieggia e un’amministrazione comunale al suo secondo mandato (insediata il 16 Giugno 2014), non in grado di gestire il problema in una migliore maniera, ANNUNCIAMO UFFICIALMENTE L’ANNULLAMENTO di Alpette Rock Free Festival 2014 ad Alpette. Nessun tentativo possibile, come annuncia qualche giornale. Siamo certi di averci messo tutte le forze possibili, tutto il tempo possibile in una fase di così alta emergenza, per poter trovare una soluzione che trovasse in Alpette la cornice naturale della manifestazione.
A differenza di chiunque altro coinvolto in questa faccenda, ci prendiamo la responsabilità di questo annuncio. Consci che non sia una nostra decisione, ma un’imposizione dettata da regole che, prese per tempo, avrebbero potuto trovare un epilogo differente.
Ringraziamo tutti per le dichiarazioni di solidarietà arrivate a migliaia in questi giorni. Ringraziamo tutte le amministrazioni – canavesane e non – che hanno pensato di poter ospitare il Festival. Pensavamo sì, di aver costruito qualche cosa di grande, ma non fino a questo punto.
Ci avete regalato, in un momento così difficile, la forza per provare a crederci, tutti insieme.
Volevamo fare solo una grande Festa. Regalare alla nostra terra, per l’undicesimo anno consecutivo, un momento di condivisione, socializzazione e accrescimento personale e collettivo. Tutto questo, invece, è diventato un incubo.
Non si gioca con questi valori. Non si gioca con la passione delle persone. Non si gioca con un territorio. Tanto meno con le norme e le istituzioni.
Questo è un arrivederci. – Concludono – Ma bastava dircelo prima.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here