mercoledì 23 Settembre 2020

Arrestato in Venezuela il super latitante Vito Genco

SPECIALE ELEZIONI

L'affluenza, gli aggiornamenti in tempo reale dei risultati, le curiosità e tutto ciò che riguarda le elezioni.

TORINO – Viveva da quasi vent’anni in Venezuela, dove aveva clonato l’identità di un italiano morto nel 1976. Vito Genco, che nella malavita si era conquistato l’appellativo di “professore” per la scaltrezza criminale, era in realtà un superlatitante.

Coinvolto nell’operazione ‘Cartagine’, il più grande sequestro di cocaina avvenuto nel nord Europa a metà degli anni Novanta, è stato arrestato grazie alle indicazioni fornite dai Carabinieri del Comando provinciale e dalla procura di Torino alle autorità internazionali, che lo hanno fermato a Valencia.

Il superboss, occhiali a specchio come nei film, conduceva da anni una vita agiata, nella zona più esclusiva della città venezuelana, ma facendo attenzione a non dare nell’occhio. Per non essere scoperto, non aveva neppure il bancomat.

Non è stato quindi facile individuarlo per gli investigatori, che ne hanno seguito le tracce dal Nord America fino a Caracas e poi, appunto, a Valencia, dove poteva contare su importanti appoggi nella criminalità locale e persino tra i poliziotti e la burocrazia corrotta. Un lavoro “di grande pazienza e tenacia”, come l’ha definito il Procuratore Generale di Torino, Marcello Maddalena.

A tradire il latitante, come hanno spiegato in Procura a Torino, gli investigatori, tra cui Carlo Mazza, per anni responsabile dell’attività antidroga presso l’ambasciata italiana di Caracas, è stato il Gps della sua auto. Uno strumento obbligatorio in Venezuela, dove è montato su tutti i mezzi. Grazie al suo segnale gli inquirenti italiani sono riusciti, dopo quasi vent’anni, “a mettere insieme un puzzle composto da tante tessere”, ha sottolineato il capitano Paolo Palazzo, della polizia giudiziaria della procura torinese. Genco dovrà ora scontare in Italia 19 anni di carcere.

Arrestato e poi scarcerato per un cavillo giuridico a metà degli anni Novanta, il latitante è stato successivamente condannato in via definitiva. L’accusa nei suoi confronti è quella di aver fatto parte dell’organizzazione criminale che trafficò una partita di 11 tonnellate di cocaina dal Sud America smascherata dai carabinieri nel 1994, con quello che è passato alla storia come uno dei più grandi sequestri di cocaina mai avvenuti. Ben cinque tonnellate e mezzo di cocaina, sbarcati al porto di Genova su un camion di scarpe che era stato poi fermato nel Torinese.

regioneaprile
cortinamaggio2cofer1NuovaLocandinaPaonessaOriginal Marinescortinalocandmaggio2
- Advertisement -

Leggi anche..

CANAVESE – Primi due Sindaci eletti: Caretto a Castelnuovo Nigra e Ferrero Vercelli a Baldissero Canavese

CANAVESE – Primi due sindaci eletti in Canavese: a Castelnuovo Nigra e Baldissero Canavese.

CANAVESE – Covid: 16 nuovi casi in Canavese

CANAVESE – Secondo l'Unità di Crisi della Regione Piemonte, oggi sono stati registrati in Canavese 16 casi positivi al Covid-19 in...

CANAVESE – Covid, la situazione in Canavese nei vari comuni

CANAVESE – Sale leggermente il numero di casi positivi Covid-19. Ieri sera l'Unità di Crisi della Regione Piemonte...

CANAVESE – Dal primo gennaio 2021 la Canavesana passerà a Trenitalia

CANAVESE – La Canavesana passerà a Trenitalia dal primo gennaio. Questa mattina si...

CANAVESE – Covid: operativi i punti di accesso diretto per i tamponi, dedicato alle scuole

CANAVESE - Da questa mattina, lunedì 14 settembre, sono operative le tende dei punti di accesso diretto (senza prenotazione) dell’ASL TO4...

Ultime News

PONT CANAVESE – Le preferenze dei candidati consiglieri

PONT CANAVESE - Le preferenze ottenute dai candidati consiglieri delle due liste: Per Pont e Pont Rinnovamento e Continuità per il...

VALPERGA – Le preferenze dei candidati delle 4 liste

VALPERGA - I voti ottenuti dai candidati delle quattro liste in corsa: Valperga in Movimento, Impegno Civico per Valperga, Primavera a...

VENARIA REALE – Giulivi e Schillaci al ballottaggio il 4 e 5 ottobre

VENARIA REALE – Tra quindici giorni, il 4 e il 5 ottobre, Venaria Reale andrà al ballottaggio.

RIVAROLO CANAVESE – Rem Bu Kan: a Igea Marina uno stage di “riconoscimenti” ed emozioni (FOTO)

RIVAROLO CANAVESE - "Egr. Sig., desidero esprimere la profonda gratitudine e grande rispetto per il lavoro che lei ha svolto incessantemente...

CASTELLAMONTE – Le preferenze dei candidati delle tre liste

CASTELLAMONTE - Le preferenze ottenute da ciascun candidato consigliere delle tre liste: SìAmo Castellamonte, Per Castellamonte e Viviamo Castellamonte.
X