Guarda il servizio

CUORGNÈ – Venerdì 11 aprile alle 17,30, verrà inaugurato il Museo d’Arte legato alla figura e all’opera del singolare giornalista, caricaturista e pittore Carlin Bergoglio, nato a Torino, ma cuorgnatese d’adozione.

bergoglioGià alla fine degli anni settanta del novecento l’Amministrazione Comunale, grazie all’opera dell’allora Direttore della Biblioteca Civica Gino Pecchenino, ha raccolto un cospicuo quantitativo di opere e ha organizzato un primo nucleo di pinacoteca all’interno degli spazi dedicati alla Biblioteca Civica. «L’artista era scomparso da vent’anni senza una discendenza – afferma il Presidente del Cesma, Marco Cima, il quale gestirà il Museo- e senza quest’azione di raccolta e catalogazione la sua opera sarebbe stata quasi certamente perduta.»
Nel 1997 viene fondata a Cuorgnè la Pinacoteca Carlin Bergoglio dove confluiscono, oltre alle opere, anche parecchi lotti di caricature, materiale documentario e oggetti appartenuti all’artista.
Ora verrà tutto ricollocato all’interno dei locali restaurati della Manifattura di Cuorgnè e affiancato alle collezioni del Museo Archeologico del Canavese.
Durante l’inaugurazione verrà presentato anche il primo “Quaderno del Museo d’Arte Carlin Bergoglio”, edito da Nautilus, contenente la presentazione di Carlin pittore.
Collegato a Bergoglio si terrà un evento in occasione del Giro d’Italia: la proiezione di un filmato dalla durata di 35 minuti “Carlin Bergoglio e l’amore per la bicicletta”. Il video è inserito nella rassegna “Due Città al Cinema”.
Guarda il video con l’intervista a Marco Cima, al Sindaco Beppe Pezzetto e Santho Iorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here