Ciarforon all'alba (Parco nazionale Gran Paradiso) di Luca Fassio

VALLI – Sono stati proclamati i vincitori della nona edizione del concorso “Fotografare il Parco” organizzato dai parchi nazionali dello Stelvio, Gran Paradiso, Abruzzo, Lazio e Molise e Vanoise in collaborazione con Swarovski Optik Italia e con il patrocinio di Alparc (Rete delle Aree Protette Alpine) e Federparchi.

Primo premio assoluto - Il gipeto e il camoscio di Guido Muratore
Primo premio assoluto – Il gipeto e il camoscio di Guido Muratore

Il concorso ha registrato anche nel 2013 una grande partecipazione richiamando l’interesse di molti fotografi, sia dilettanti sia professionisti. Oltre 200 partecipanti hanno presentato a concorso 1.800 opere provenienti da Italia, Francia e Germania.

La giuria, composta da rappresentanti delle quattro aree protette, da professionisti del settore e da fotografi naturalisti, ha constatato anche in questa edizione il raggiungimento, per molte delle immagini in gara, di un elevato valore sia in termini di valore documentario sia per l’elevata qualità tecnica e artistica.

Il primo premio assoluto è stato assegnato a Guido Muratore per la fotografia “Il gipeto e il camoscio”.  La giuria ha inteso premiare l’interpretazione di un soggetto, il gipeto, già documentato, cui l’autore è riuscito ad aggiungere valore raffigurandolo nel suo ambiente con originale completezza

Secondo premio assoluto - Eriofori nella neve di Luca-Fassio
Secondo premio assoluto – Eriofori nella neve di Luca-Fassio

descrittiva, mantenendo la prevalenza del grande rapace nell’immagine  ed esaltandone la maestosa bellezza.

Seconda classificata è l’immagine “Eriofori nella neve” di Luca Fassio. L‘utilizzo del bianco e nero rende ancor più evidente la compenetrazione visiva della distesa di eriofori fioriti nella precoce nevicata, chiusa sullo sfondo dai

Terzo premio assoluto - Prime luci di Giuseppe Bonali
Terzo premio assoluto – Prime luci di Giuseppe Bonali

monti dell’Alta Valle Orco, che ben rende la sensazione delle difficoltà cui è soggetta la vita in alta quota.

Giuseppe Bonali si è aggiudicato il terzo premio con “Prime luci”, curata ed evocativa composizione di una coccinella posata su un fiore imperlato di rugiada.

Nella categoria “I paesaggi del Parco”, sono risultati vincitori: Michele Di Gennaro, con un’immagine in bianco e nero dai toni lunari scattata da Prati di Mezzo/Costa della Cicogna con il Monte Meta sullo sfondo (Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise); Luca Fassio, già secondo assoluto, con una fotografia da una visuale insolita della maestosa cima del Ciarforon avvolto dalle nubi all’alba (Parco nazionale Gran Paradiso); Matteo Berbenni autore di un’immagine, dai marcati rimandi visivi, di un lago alpino in Valle di Gavia dominato da un acceso tramonto nella nebbia (Parco nazionale dello Stelvio); Bruno Sandretto con un gioco di riflessi in un tranquillo lago montano all’alba (Parco nazionale de la Vanoise).

A Georg Kantioler è stato assegnato il primo premio della categoria “Fauna selvatica del Parco”, con la foto “Gallo cedrone”, forte composizione di un maschio in parata in un bosco ancora immerso nella neve. Secondo classificato è Manuel Plaickner, autore di “Astore nella nevicata”, in cui l’elegante predatore è stato colto in un attimo di contemplativo rilassamento. Al terzo posto si è classificato Sergio Peroceschi con un “Ermellino” curiosamente appoggiato a un ramo.

Giuseppe Bonali, oltre al terzo premio assoluto, si aggiudica il primo premio della categoria “Macro del Parco” con “Piccolo mondo”, arrampicata di una piccola chiocciola su un funghetto in un mondo soffuso di colori. Secondo di categoria si classifica Maurizio Lancini con un ritratto di “Coccinella in genziana”. Al terzo posto si è piazzato Claudio Pia, con “Cicala comune controluce” immagine del cantore estivo, soggetto raramente fotografato, dalla curata illuminazione.

La categoria “Digiscoping del Parco” ha visto, per l’ennesima volta, l’affermazione di Andrea Roverselli con “Bianca e sfocato” in cui il soggetto viene esaltato dalla

Ciarforon all'alba (Parco nazionale Gran Paradiso) di Luca Fassio
Ciarforon all’alba (Parco nazionale Gran Paradiso) di Luca Fassio

inconsueta sfocatura del primo piano.

Nella categoria “Miglior foto di fiori” è stato premiato Claudio Pia con “Leucanthemopsis alpina” immagine ambientata di crisantemi alpini, nel pieno della fioritura, affacciati su monti e laghi del Nivolet.

Sono state inoltre ritenute meritevoli di segnalazione altre dieci immagini per la maggior parte dedicate alla fauna, a dimostrazione del grande interesse fotografico che gli animali hanno suscitato anche in questa edizione.

I vincitori delle diverse categorie si sono aggiudicati i premi messi a disposizione da Swarovski Optik Italia, produttore leader di strumenti di alta qualità per osservare e fotografare la natura e fornitore esclusivo dei tre Parchi italiani, da Canon, leader mondiale nel campo dell’imaging, e da Edinat, editore di “Natura”, la rivista specializzata in tema di natura ed ambiente e media partner della manifestazione.

La cerimonia di premiazione è prevista nella tarda primavera nel Parco nazionale Gran Paradiso.

Tutte le fotografie premiate e segnalate sono pubblicate sul sito ufficiale del concorso www.fotografareilparco.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.