TORINO – Le Asl del Piemonte non sospenderanno le cure domiciliari dei non autosufficienti: lo assicura la Regione, che sottolinea come nel bilancio di previsione 2014 le risorse destinate a questi pazienti saranno invariate rispetto all’anno scorso.

disabiliL’assessorato alle Politiche sociali precisa che “dal 1° gennaio tutti i cittadini interessati continuano a ricevere senza alcuna interruzione o cambiamento gli assegni di cura e le prestazioni domiciliari in lungoassistenza. Le risorse complessive destinate al finanziamento del sistema delle cure domiciliari nel 2014 saranno le stesse impiegate nel 2013, come previsto dal disegno di legge di approvazione del bilancio 2014, dando in questo modo certezza e continuità ai servizi domiciliari e alle attese dei cittadini e dei loro congiunti non autosufficienti”.

Con la delibera del 30 dicembre scorso la Giunta regionale ha voluto dare continuità alle prestazioni di assistenza domiciliare agli anziani non autosufficienti erogate dalle Asl, consentendo, attraverso disposizioni amministrative appropriate e rispettose dell’attuale quadro normativo, alle stesse aziende di continuare ad erogare le prestazioni ai cittadini secondo i modelli di servizio consolidati ed efficaci oggi esistenti.