TORINO – In Regione Piemonte quarantatrè persone indagate per peculato, truffa e rimborso illecito ai partiti.

Si è chiusa così l’inchiesta della Procura di Torino sui rimborsi. Le indagini hanno coinvolto 56 consiglieri regionali. consiglio-regionaleDal cibo all’abbigliamento, dagli accessori al carburante. Da destra a sinistra, ce n’è per tutti i gusti.

Risultano indagati: Rosa Anna Costa, Luca Pedrale, Daniele Cantore, Alberto Cortopassi, Lorenzo Leardi, Angiolino Mastrullo, Girolamo La Rocca, Carla Spagnuolo, Cristiano Bussola, Michele Formagnana, Pier Francesco Toselli (Pdl).

Augusta Montaruli, Franco Maria Botta, Massimiliano Motta, Marco Botta (Fratelli d’Italia). Roberto Tentoni, Rosanna Valle, Angelo Burzi ( Fratelli d’Italia).

Per la Lega Nord: Giovanna Quaglia, Mario Carossa, Roberto De Magistris, Antonello Angeleri, Massimo Giordano, Elena Maccanti, Federico Gregorio, Gianfranco Novero, Michele Marinello, Riccardo Molinari, Paolo Tiramani.

Per l’Italia dei Valori: Andrea Buquicchio, Tullio Ponso e Luigi Cursio.

Infine: Monica Cerutti (Sel), Michele Dell’Utri (Moderati), Maurizio Lupi (Verdi Verdi) e Andrea Stara (Insieme per Bresso).