Palazzo CisternaTORINO Il Consiglio provinciale, con 27 voti a favore e 12 non partecipanti al voto, ha approvato ieri, martedì 18 giugno, il bilancio di previsione 2013. «Nonostante i drammatici tagli imposti dagli ultimi Governi, tecnici e politici – ha commentato il Presidente Antonio Saitta – che hanno fatto del centralismo la nuova bandiera, abbiamo mantenuto investimenti per la sicurezza dei 3.050 km di strade e per gli oltre 160 edifici scolastici di nostra competenza, poiché – ha concluso – questo è un vasto territorio di piccoli e piccolissimi Comuni, che l’ente intermedio ha il dovere di rappresentare e tutelare.»

Un bilancio tecnico e di emergenza che registra l’annullamento totale delle cosiddette spese discrezionali, cioè quelle non obbligatorie per legge, forti tagli alle spese per la politica, contrazione alla spesa per il personale e ai premi per i dirigenti di palazzo Cisterna.