martedì 6 Dicembre 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

LEINI – Vicine alle donne iraniane senza divisioni e senza bandiere

Un gesto simbolico, quello di tagliarsi i capelli, per esprimere la propria vicinanza ad una ragazza iraniana, Masha Amini

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

LEINI – Un gesto simbolico. Ma che come tutti i gesti simbolici, quando viene moltiplicato una infinità di volte, e quando supera i confini di una nazione e si diffonde in tutto il mondo, assume una valenza importante. Una valenza di solidarietà, di attenzione, di vicinanza.

Un gesto simbolico come tagliarsi una ciocca di capelli per esprimere la propria vicinanza ad una ragazza iraniana, Masha Amini, che per una ciocca fuori posto ha perso la vita, e a tutte le donne che, in Iran, stanno manifestando per avere il diritto “di avere diritti”, come recita la fotografia fatta circolare in internet.

E se questo gesto, così semplice ma così potente, ha fatto breccia davvero in tutto il mondo, se le più famose attrici francesi lo hanno rilanciato, se lo stesso hanno fatto donne del mondo dello spettacolo in tutta Italia, e se è diventato così popolare che anche Marge, la mamma Simpson, ha voluto ripeterlo in un murales comparso davanti al Consolato Generale della Repubblica Islamica dell’Iran a Milano (dove è stato rapidamente cancellato salvo poi comparire in decine di altre location), difficile che non approdasse sul territorio. Le prime sono state le donne del Consiglio comunale di Borgaro, maggioranza e opposizione, accompagnate in questa forma di solidarietà da esponenti della società civile. E ora anche Leini dice la sua: «L’iniziativa è partite dalle donne di Uniti per Leini – commenta Daniela Beltramo, presidente del sodalizio – Abbiamo voluto coinvolgere altre donne, quelle di “Progetto Leini”, di “Cambia Leini”, del mondo associativo, della società civile. Insieme, senza bandiere di partito, senza divisioni di sorta, per testimoniare la nostra vicinanza e la nostra solidarietà alle donne iraniane che, anche in questo ore, stanno manifestando, spesso rischiando la vita, per i loro diritti.

I capelli, per una donna, sono importanti. In Iran, per una ciocca non perfettamente celata, una ragazza di soli 22 anni ci ha rimesso la vita. Non possiamo tacere e proviamo anche noi a mandare un messaggio con un gesto semplice che sta girando per tutto il mondo. Come scrive la poetessa Bita Malakuti: “Il taglio dei capelli è una vecchia cerimonia usata in Iran e in altri paesi limitrofi. Significa “lutto” : quando ci si trova di fronte a una grande tristezza o rabbia, allora ci si tagliano i capelli. È come ignorare il proprio senso estetico o la propria bellezza per far vedere che si è tristi. Adesso questo è diventato simbolico”».

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img