giovedì 8 Dicembre 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

SAN BENIGNO – Idee per la valorizzazione dell’Abbazia di Fruttuaria

Fiore all’occhiello del paese può essere un elemento in grado di attrarre e generare turismo e cultura, sulla quale l’Amministrazione ha intenzione di investire, in risorse, tempo e idee, per valorizzarla sempre di più

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

SAN BENIGNO – Torino ha la Mole, Pisa la torre pendente, San Benigno la sua Abbazia. Il suo fiore all’occhiello, un elemento in grado di attrarre e generare turismo e cultura. E sulla quale l’Amministrazione ha intenzione di investire, in risorse, tempo e idee, per valorizzarla sempre di più. A partire dal suo contorno.

Un contorno che, al momento, vede i lavori alla Torre Fasani, biglietto da visita per l’Abbazia, e la situazione del ricetto sul quale la chiesa insiste: «I lavori stanno procedendo – ha spiegato il Sindaco, Alberto Graffino, nel corso dell’ultimo Consiglio comunale – E oltre ai lavori si tratta di capire quale funzionalità dare alla torre. E poi abbiamo la situazione del ricetto, che negli ultimi tempi si è desertificate sia dal punto di vista commerciale che da quello abitativo».

Un prima serie di interventi in questo senso è già stata portata avanti mediante la sistemazione e l’asfaltatura di alcuni tratti di strada, ma certo bisognerà ancora intervenire. E poi l’Abbazia. E qui i progetti dell’Amministrazione, per quanto ancora in bozza, sono chiari: «Su questa strada abbiamo già iniziato a muoverci, cominciando a parlare con alcune associazioni del territorio che potrebbero avere un ruolo importante in questo ambito – ha proseguito – L’intenzione è quella di promuovere un grande evento, che magari possa finire con l’avere cadenza annuale, in grado di far conoscere e di far parlare di San Benigno e della sua Abbazia anche al di fuori dei confini del Canavese.

Insomma, un processo che possa aiutare a far splendere al meglio quel diamante grezzo rappresentato da Fruttuaria». E che, oltre a mettere nel giusto risalto “il diamante grezzo, per dirla alla Graffino, potrebbe avere ricadute importanti sul tessuto economico sanbenignese: molti visitatori vuol dire molte persone che si aggirano per le vie del paese, che entrano nei negozi, che consumano. Che, insomma, portano ricchezza.

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img