lunedì 15 Agosto 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

SAN BENIGNO CANAVESE – Esordio del Consiglio comunale a Villa Volpini

Nuova location: una scelta dettata da due motivi

spot_img

SAN BENIGNO CANAVESE – Il Consiglio comunale ha fatto il suo esordio, giovedì sera, nella nuova location al secondo piano di Villa Volpini. Una scelta dettata da due motivi: da un lato, la non disponibilità dell’Auditorium delle scuole medie, abitualmente deputato ad ospitare le sedute del parlamentino, causa il rifacimento della pavimentazione; dall’altro la volontà dell’Amministrazione di trasformare Villa Volpini in un punto di riferimento per la comunità. Intendimento ribadito anche da uno dei punti approvati nel corso della seduta, vale a dire il nuovo regolamento per l’utilizzo dei locali di proprietà comunale. Un regolamento che introduce alcune novità rispetto al precedente regolamento approvato in passato.

Ad esempio rende più chiari alcuni passaggi circa la definizione di “amministratore” nell’ottica dell’utilizzo degli spazi: «In buona sostanza questa definizione comprende ora sindaco, assessori e consiglieri – ha spiegato il primo cittadino Alberto Graffino – e anche i consiglieri di opposizione, che al momento non ci sono ma che mi auguro possano entrare in questo Consiglio già a partire dal prossimo mandato». Per quanto riguarda Villa Volpini, oltre ad ospitare la biblioteca, il Consiglio comunale ed essere la sede legale dell’Unione Net, è destinata ad accogliere sempre più incontri, conferenze e presentazioni di carattere sociale, culturale o politico, promossi dall’Amministrazione o dall’Amministrazione patrocinati. Qualche novità in vista anche per l’ex sala del Consiglio, e attuale sala di rappresentanza, situata nel palazzo comunale.

«Che viene utilizzata anche per la celebrazione dei matrimoni – ha concluso il sindaco – Proprio per questo motivo cercheremo di apportare della piccole modifiche, visto che si tratta di un momento estremamente importante per la vita delle persone. Quindi proveremo a rendere più gradevole l’ambiente con qualche nuovo arredo, e ad andare incontro alle coppie concedendo agli sposi e agli eventuali invitati portatori di handicap la possibilità di parcheggiare nel cortile del Comune, e trovando il modo di omaggiarli con un qualcosa che celebri quel momento, magari una pergamena».

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img