sabato 4 Febbraio 2023

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

INGRIA – Il paese montano entra a far parte ufficialmente de “I Borghi più belli d’Italia” (FOTO)

Consegnata la bandiera durante la cerimonia ufficiale

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

INGRIA – Sabato 4 giugno si è tenuta presso il Capoluogo di Ingria la cerimonia ufficiale della consegna al piccolo Comune della Val Soana della bandiera de “I Borghi più belli d’Italia”, il Sindaco Igor De Santis ha voluto esprimere la sua soddisfazione con queste parole: “Entrare a far parte di questo prestigiosissimo club, ottenendone la sua certificazione è sicuramente un importantissimo risultato, che premia l’enorme sforzo di chi in questi anni ha vissuto e creduto in Ingria, obiettivo che però ci proietta anche verso nuove sfide ed ambiziosi traguardi. Essere il primo Comune canavesano della storia a poter vantare questa onorificenza è infatti sicuramente un grande orgoglio ma anche responsabilità nel mantenimento. Ringrazio tutti coloro che hanno creduto e lavorato costantemente in questo progetto, come per altri importanti che stiamo portando avanti, tra cui la finale mondiale dei Comuni fioriti per la quale avremo la visita dei giudici internazionali a metà giugno e poi finalissima in Canada. Sono veramente troppe le persone e le associazioni che in questi ultimi quinquenni hanno fatto diventare rinomato il nostro Borgo con le sue Frazioni, sicuramente non basterebbe questo comunicato per elencarle tutte, quindi esprimo semplicemente un grazie a tutte le autorità ed amici intervenuti per la cerimonia di consegna della bandiera, a partire dai rappresentanti della stessa Associazione de “I Borghi più belli d’Italia” Pier Achille Lanfranchi e Francesco Bordino, rispettivamente Vicepresidente nazionale e Coordinatore regionale”.

Riguardo l’Associazione de “I Borghi più belli d’Italia”, ricordiamo che fu fondata circa 21 anni fa su impulso della Consulta del Turismo dell’ANCI. Questa iniziativa nacque dall’esigenza di valorizzare il grande patrimonio di storia, arte, cultura, ambiente e tradizioni presente nei piccoli centri che risultano spesso emarginati dai flussi dei turisti. L’Associazione si prefigge di garantire soprattutto il mantenimento di un patrimonio di monumenti e di memorie che altrimenti andrebbe irrimediabilmente perduto, incentivando così da una parte persone a ritornare a vivere per esempio nei piccoli centri storici e dall’altra a far sì che i visitatori che sono interessati a conoscerli possano trovare quelle atmosfere, quegli odori e quei sapori che fanno diventare la tipicità un modello di vita che vale la pena di gustare con tutti i sensi.

Infine le dichiarazioni del Consigliere comunale e regionale Andrea Cane: “Come si può leggere anche all’interno dello stesso sito dell’Associazione, per essere ammessi a “I Borghi più belli d’Italia” e utilizzare il marchio di cui è proprietario, ogni Comune deve soddisfare alcuni criteri, indicati come requisiti essenziali nella “Carta di Qualità” e nel “Regolamento”. Da ciò si può capire come non sia stato facile nel corso degli anni strappar via dall’anonimato un borgo che, come ho sottolineato anche nel mio intervento durante il dibattito moderato dall’amica Ornella De Paoli che ringrazio, ora è diventato un gioiello da preservare anche dalle prossime generazioni, certo dell’orgoglio dei nostri nonni, bisnonni e antenati che sono nati in queste montagne. Ciò che mi rende più gioioso è proprio il fatto di aver instaurato insieme agli amici della nostra generazione questo modus operandi che ci ha portato non solo a far voltare faccia al nostro paese, ma anche ad essere esempio per i tanti Comuni Canavesani e montani in generale che non vogliono finire nell’oblio ma rivalutarsi per continuare a progredire anche in futuro. Ringrazio particolarmente per la loro presenza istituzionale all’evento l’Onorevole Alessandro Giglio Vigna e il Vicepresidente della Regione Piemonte Fabio Carosso”.

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img