venerdì 27 Gennaio 2023

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

CASTELLAMONTE – Obiettivo raggiunto: inaugurata la macchina “di” Gioele (FOTO E VIDEO)

Nel pomeriggio di sabato si è tenuta l’inaugurazione con la benedizione del mezzo

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

CASTELLAMONTE – Obiettivo raggiunto: la macchina adibita al trasporto disabili per il piccolo Gioele è stata acquistata. Nel pomeriggio di ieri, sabato 30 aprile 2022, è stata finalmente inaugurata. Un momento di gioia organizzato dall’Associazione Noi Ci siamo onlus (che si è occupata della raccolta fondi), alla presenza di Gioele e della sua famiglia, del Sindaco di Castellamonte Pasquale Mazza e del Consigliere e capogruppo di maggioranza Alessandro Musso; del Consigliere Regionale Andrea Cane e della rappresentanza del Comune di Locana e Busano, delle varie associazioni che hanno contribuito e di amici e parenti.
Dopo la benedizione da parte del parroco di Rivara, che ha ringraziato per i fondi donati utili al completamento del campetto dell’oratorio dedicato alla memoria del piccolo Andrea, è iniziata la cerimonia ufficiale.

“Grazie alla generosità di tutti coloro che si sono mobilitati – ha dichiarato Gigi Querio, Noi Ci siamo Onlus – abbiamo potuto comprare la vettura. Subito ci eravamo focalizzati su un’auto usata, ma con la generosità di Specchio dei Tempi, abbiamo spostato l’attenzione su un mezzo nuovo che è costato 36mila euro.”

Querio ha poi specificato che il resto dei soldi raccolti è stato così impiegato: 10mila euro per la manutenzione del mezzo; parte per il completamento del preventivo di 13mila euro per il campetto di Rivara e 1700 euro per l’acquisto di una carrozzina per disabili che è stata donata ad una signora che era impossibilitata all’acquisto.

Soddisfatto il Sindaco di Castellamonte Pasquale Mazza: “Sono davvero contento, perché grazie alla volontà, alla determinazione e alla generosità si possono risolvere i problemi, e questa ne è la dimostrazione. Grazie, grazie di cuore a tutti.”

L’Amministrazione ha donato una tofeja in terracotta per ciascuna persona ringraziata per l’impegno. Consegnate anche la pergamena.

L’Associazione non si ferma qui. “Se non ci fosse più nessuno da aiutare potremmo stare tranquilli, ma c’è chi ha bisogno. – Ha concluso Querio – Difatti ora ci stiamo già prodigando per il piccolo Niccolò di San Giusto Canavese. Il bimbo ha le stesse problematiche di Gioele, fanno fisioterapia insieme. E anche la sua famiglia necessita di un mezzo adibito al trasporto disabili. Ci auguriamo che le persone possano essere altrettanto generose come lo sono state per Gioele.”

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img