martedì 7 Febbraio 2023

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

CHIAVERANO – Il sindaco Fiorentini per ora “congela” le dimissioni fino al prossimo consiglio

Verrà presentata una mozione da votare al prossimo incontro pubblico dell’Amministrazione comunale a causa dell’assenza, il 6 aprile, di 3 consiglieri su 11

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

CHIAVERANO – A seguito dell’inaspettata decisione dell’ultimo consiglio comunale del 6 aprile di non approvare il bilancio previsionale del 2022, verrà presentata una mozione da portare in discussione alla prossima assise durante il quale, tutti i consiglieri decideranno all’unanimità, se rinnovare la fiducia al Sindaco, Maurizio Fiorentini e all’attuale Giunta comunale, costituita dal Vicesindaco e Assessore ai Servizi e Piccole cose, Maurizio Tentarelli e l’Assessore al Territorio, Roberta Benetti.

La Giunta si impegna ancora a sostenere lealmente le decisioni intraprese nel rispetto del programma elettorale e delle prerogative costituzionali dei consiglieri.

La mozione è motivata nell’avviso ufficiale, pubblicato poco dopo la fine della scorsa seduta consiliare: «A seguito di quanto verificatosi nel Consiglio Comunale dello scorso 6 aprile, quando un voto contrario di 4 consiglieri alla delibera relativa all’aliquota IRPEF, ha determinato l’impossibilità di approvare il bilancio preventivo del Comune per il 2022, il Sindaco ha comunicato la possibilità di dimissioni.

Dal punto di vista giuridico, ai sensi dell’art. 52 del TUEL il voto contrario del Consiglio ad una proposta della Giunta non comporta le dimissioni obbligate. Inoltre, in un periodo particolarmente difficile, le dimissioni del Sindaco comporterebbero il commissariamento del Comune e, di conseguenza, il blocco di qualsiasi attività o progetto fino alle nuove elezioni fissate non prima della primavera 2023.

Considerato anche che nel Consiglio Comunale del 6 aprile non erano presenti 3 consiglieri, è quindi importante verificare in modo certo, pubblico e trasparente la volontà di tutti i consiglieri. Per queste ragioni il Sindaco, in accordo con la Giunta, ha deciso di non procedere, per il momento, alla formalizzazione delle dimissioni in attesa di una necessaria verifica dell’esistenza o meno di una maggioranza effettiva e responsabile».

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img