giovedì 20 Gennaio 2022
spot_img
spot_img

OZEGNA – L’appello di Sergio Bartoli: “Per essere rieletto Sindaco, dovete venire a votare!”

Se non si raggiugerà il quorum necessario per rieleggere l'unico candidato, il Comune verrà commissariato

OZEGNA – Ad Ozegna c’è una sola lista che si presenta alle elezioni amministrative in programma per il 3 e 4 ottobre, “Trasparenza e Futuro Ozegna”, con candidato il Sindaco uscente Sergio Bartoli, il quale lancia un appello ai cittadini, per spiegare che, anche se non ci sono altri avversari, se non andranno a votare, non verrà rieletto. Lo pubblichiamo qui integralmente:

“In questi giorni ho ricevuto la visita di numerosi miei concittadini che, complimentandosi con me, mi hanno rivolto le più svariate domande. Faccio questo comunicato intanto per ringraziarli e poi per rispondere cercando di accontentare un po’ tutti. Le domande principali riguardavano, ovviamente, il fatto che mi fossi ricandidato, cosa avevo intenzione di fare, se prevedessi di “correre da solo” (senza la presenza di “avversari” e di altre liste), se a questo punto non sia il caso di non andare a votare… Devo dire che mi sono ricandidato sulla “spinta” dei moltissimi che ho incontrato e mi hanno invitato a farlo. Per intenderci, non che mi sia dispiaciuta l’esperienza di questi cinque anni ma, come i miei concittadini avranno ormai capito, io non sono una persona di molte parole (anzi, ho una parola sola e credo proprio di averla mantenuta).


Preferisco i fatti e questo mi ha portato a dare veramente molto alla mia Ozegna. Ed è stato effettivamente faticoso. Sono esausto e mi spaventa molto il fatto che ho ancora una serie lunghissima di cose che voglio fare per il nostro paese. Mi spaventa perché so già da ora che mi dedicherò anima e corpo a tutti i progetti che ho in mente e a quelli che mi verranno proposti per apportare qualsiasi tipo di miglioria alla nostra splendida cittadina. Ho, per fortuna, una compagine molto valida fatta di giovanissimi e meno giovani che si spendono perché tutto funzioni e questo mi dà nuove energie per affrontare la nuova sfida che si presenta. Devo avvisare tutti i votanti che non “abbiamo vinto” ancora nulla.

Tanti miei concittadini pensano che non avendo avversari non sia più necessario recarsi alle urne. È sbagliato. Devono sapere che se non raggiungiamo il numero del 40% dei votanti più uno, non sarò rieletto Sindaco ed il paese verrà commissariato con notevoli costi da sostenere, impossibilità di creare e realizzare nuovi progetti e perdita di gran parte di ciò che abbiamo realizzato in questi anni. Pertanto invito tutti a votare per i candidati della mia lista, recandosi alle urne e scegliendo a chi dare la propria fiducia. Questo ci servirà anche per fare una nostra “graduatoria interna di preferenze da parte dei cittadini” che useremo poi per ragionare su eventuali incarichi e mansioni. Intanto approfitto per ringraziare nuovamente i numerosissimi amici che mi hanno sostenuto e… vi aspetto al voto.”

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img