sabato 8 Maggio 2021

VALPERGA – Anche il Comune di Valperga ha presentato i progetti per il piano “Ripresa e Resilienza”

Alcuni progetti presentati dall'Amministrazione Comunale

VALPERGA – Per rispondere alle autorità europee e comporre il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza nei tempi stabiliti, il Governo italiano ha recentemente richiesto uno sforzo programmatorio e organizzativo urgente, tramite anche la Regione Piemonte, ai Comuni. Tutto ciò per raccoglierne le esigenze operative ed i conseguenti piani di spesa.

Anche il Comune di Valperga ha risposto brillantemente per non disperdere potenziali risorse economiche che potrebbero consentire la realizzazione di varie importanti opere e servizi.

“Come Sindaco, – dichiara Walter Sandretto, Primo Cittadino – intendo prima di tutto ringraziare gli Assessori, i Consiglieri e soprattutto gli Uffici Comunali per l’impegno profuso nell’individuazione e nell’elaborazione pronta e precisa delle proposte progettuali.”

Fra i progetti presentati dal Comune di Valperga, il Sindaco Sandretto ha voluto rimarcare:
La riqualificazione dei percorsi all’interno della Collina del Sacro Monte di Belmonte ed il restauro delle cappelle votive, la loro illuminazione con l’uso di pannelli fotovoltaici. Occorre segnalare l’importanza strategica di questa scelta programmatoria, poiché il luogo, insieme agli altri Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia è stato dichiarato nel 2003 dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Importo lavori richiesto: 2.500.000 euro.

La riqualificazione e l’efficientamento energetico dei locali scolastici di cui è responsabile il Comune di Valperga. Importo lavori richiesto: 2.000.000 euro.

La riqualificazione, ampliamento, messa in sicurezza ed efficientamento energetico degli impianti di illuminazione pubblica comunale. Importo lavori richiesto: 1.000.000 euro.

La riqualificazione e la messa in sicurezza delle strade collinari comunali, per il transito sia veicolare, sia ciclistico-pedonale. Importo lavori richiesto: 3.500.000 euro.

“Ritengo quindi – conclude Sandretto – che l’accoglimento e il concreto supporto di queste progettualità, qui solo indicate per brevità, potrà sia sostenere l’occupazione anche locale, sia migliorare la qualità di vita e la fruizione dei beni collettivi da parte della cittadinanza di Valperga, ma anche da parte di un turismo qualificato, ecosostenibile, sicuro e culturalmente evoluto.”

urbanlungo

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img