domenica 25 Luglio 2021
domenica, Luglio 25, 2021
spot_img

BORGOFRANCO D’IVREA – Il Comune di Borgofranco va controcorrente e acquista su Amazon

Lo fa sapere l'Amministrazione comunale in una nota

BORGOFRANCO D’IVREA – Mentre si cerca di rilanciare in tutti i modi il commercio di “vicinato” e le attività commerciali locali, l’Amministrazione di Borgofranco d’Ivrea va controcorrente.

In una nota inviata ai media, fa sapere che acquista su Amazon, tramite un accordo raggiunto con la multinazionale e con Asmel, l’Associazione per la sussidiarietà e la modernizzazione degli Enti locali che rappresenta il 44% dei Comuni Italiani. L’accordo consente di superare i tanti vincoli propri della pubblica amministrazione, oltre che quelli del sito di e-commerce, che richiede il saldo anticipato della merce e non accetta lo “split payment”, il pagamento senza IVA, cui sono obbligati gli Enti pubblici italiani.

Asmel si è registrata su Amazon, come “holding” con 3500 Soci in tutt’Italia, che oggi possono effettuare ordini con le credenziali fornite dall’Associazione. Ricevendo la merce in 24 ore senza pagare, grazie alla linea di credito accordata a quest’ultima. Solo dopo la verifica di idoneità del prodotto ricevuto, Asmel provvede al saldo degli ordini, di cui riceve fattura, nel caso di merce accettata, e la ribalta al Comune con le regole dello “split payment”.

Gli Enti accedono ad un catalogo con un milione di venditori attivi (66 mila sono le PMI italiane, che vi fatturano il 50% in export) in perenne concorrenza tra loro, e da oggi anche con il portale degli acquisti pubblici gestito da CONSIP. I Comuni possono valutare la maggior convenienza ed effettuare ordini su Amazon, ovvero sugli altri siti di e-commerce privati, con i quali ASMEL ha annunciato di volersi convenzionare.

“Un’iniziativa – afferma Fausto Francisca, Sindaco di Borgofranco d’Ivrea – basata sul principio di sussidiarietà, altra faccia dell’autonomia dei Comuni, messa in discussione da quanti, invece di tutelarne gli interessi, ne invocano l’accorpamento, ignorando che l’innovazione si consegue con la cooperazione e non con la prescrizione.”

urbanlungo
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img