venerdì 23 Aprile 2021

CALUSO – L’IIS Martinetti accredito al Programma Erasmus+ 2021-2027 con il massimo punteggio

Ha ottenuto 100/100, grande soddisfazione

CALUSO – L’IIS Martinetti ha ottenuto l’accreditamento al Programma Erasmus+, Key Action 1 Mobilità per l’apprendimento, dedicato agli studenti e al personale della scuola, per il periodo 2021/2027. Su 477 candidature a livello nazionale, di cui solo 287 hanno ottenuto l’accreditamento, l’Istituto è la sola Scuola Secondaria di II grado piemontese ad avere ottenuto un punteggio complessivo di 100/100.

“È stato un grande lavoro di squadra, – dichiarano dalla scuola – portato a termine in alcuni dei giorni più complicati per la nostra organizzazione (fine ottobre 2020). Si tratta di una straordinaria opportunità per la crescita e lo sviluppo della scuola, che corona anni di esperienze qualificate nel campo dell’internazionalità e ne rafforza la vocazione e l’apertura europea, e che offrirà una maggiore capacità di operare a livello internazionale, migliori competenze di gestione, accesso a più opportunità di finanziamento, migliore capacità di preparare, gestire e seguire progetti, un portafoglio più interessante di opportunità per gli studenti e il personale, la possibilità di sviluppare percorsi innovativi con partner di tutto il mondo.”

Tra gli obiettivi prefissati:

Internazionalizzazione, potenziamento delle competenze linguistiche, professionali e interculturali. Inclusione degli studenti socio-economicamente svantaggiati. Il processo coinvolgerà il personale e gli studenti, e interesserà non solo il Liceo Linguistico, ma tutti gli Indirizzi attivi nell’Istituto. Per docenti e staff rappresenterà l’opportunità di conoscere realtà organizzative e pratiche didattiche diverse, consentendo, attraverso il confronto con i colleghi, di trovare nuovi stimoli di sviluppo professionale. Per gli studenti, la mobilità e lo studio immersivo consentiranno di sviluppare competenze interculturali e soft skills indispensabili per la vita personale e professionale, e di migliorare le competenze nelle lingue straniere. La mobilità internazionale, supportata dalle integrazioni economiche della scuola, dalle dotazioni tecnologiche e didattiche, dal personale qualificato di supporto, agevolerà anche la partecipazione alla mobilità degli studenti con bisogni educativi speciali o in situazioni di svantaggio socio-economico.

Innovazione per l’istruzione digitale e competenze di cittadinanza. L’obiettivo è agire sulla formazione dello staff perché il ricorso al digitale sia di alta qualità e possa essere inclusivo per gli studenti e le famiglie. Si conta di stabilire progetti di cooperazione per la condivisione di buone pratiche e di promuovere corsi di formazioni attraverso le Erasmus Teaching Academies. Per gli studenti, si pensa a progetti di cooperazione con altre scuole, volti non soltanto al miglioramento tecnico delle competenze digitali, ma anche allo sviluppo del critical thinking. Lo sviluppo di solide competenze digitali risulta decisivo per la creazione di una società più coesa, inclusiva e sostenibile, i cui membri sono più resilienti e pronti a partecipare alla vita democratica in maniera sicura e costruttiva. Gli insegnanti di sostegno saranno coinvolti nelle iniziative per permettere anche agli studenti con disabilità di poter aumentare la loro digital literacy.

Transizione verso una green school a basso impatto ambientale, educazione al consumo consapevole e alla sostenibilità, azioni per contrastare il cambiamento climatico. Secondo il Target 4.7 dell’Agenda ONU 2030, l’educazione allo sviluppo sostenibile è esplicitamente riconosciuta non soltanto come acquisizione, per i giovani studenti, di conoscenze sulle emergenze ambientali e abilità per soluzioni innovative, ma anche come rafforzamento di valori etici e comportamenti individuali responsabili, affinché possano contribuire allo sviluppo sostenibile diventando reali agenti del cambiamento. Un approccio trasversale soprattutto in prospettiva internazionale e globale, che sia per gli allievi sia per i docenti risulta fondamentale. Si intende promuovere la collaborazione e il confronto con le Green Schools straniere attraverso esperienze internazionali con due obiettivi principali: 1. ridurre l’impronta ecologica del nostro Istituto, diventando così un buon esempio di sostenibilità ambientale; 2. integrare nella didattica le tematiche ambientali, trasmettere ai giovani abilità per soluzioni innovative, incrementare/innovare la qualità didattica.

Le attività previste saranno indirizzate a figure di sistema e studenti selezionati secondo criteri comuni, come l’esperienza nella scuola o, viceversa, l’essere neoassunti per i primi, e la motivazione, la competenza linguistica, la motivazione, l’adattabilità, il merito scolastico, la condotta, le condizioni socio-economiche per i secondi, in modo che la selezione sia volta all’inclusione e insieme alla valorizzazione del merito, rendendo l’esperienza della mobilità una possibilità reale.

Per i docenti sono previste esperienze di job-shadowing per acquisizione di best practices, corsi di formazione online e in modalità blended, percorsi specifici linguistici e CLIL; per gli studenti sono state pensate soluzioni di mobilità di lungo termine individuali e/o di breve termine per gruppi di studenti. Strumenti e metodi di apprendimento digitale integreranno le attività di mobilità fisica, per migliorare la cooperazione con le organizzazioni partner.

“In questo periodo di grande complessità ed emergenza, l’accreditamento al Programma Erasmus+ costituisce senza dubbio un motivo di significativa speranza e fiducia per il futuro, prossimo e lontano, dei nostri studenti.”

urbanlungo

Leggi anche...

spot_img