venerdì 30 Luglio 2021
venerdì, Luglio 30, 2021
spot_img

PIEMONTE – Zona gialla, le misure: cosa è consentito fare e cosa no

L'Rt del Piemonte è a 0,89

PIEMONTE – Da lunedì 1 febbraio il Piemonte entra in zona gialla. Ecco in sintesi le misure:


Coprifuoco dalle 22:00 alle 5:00

Fino al 15 Febbraio sono vietati gli spostamenti in entrata ed in uscita tra Regioni diverse o Province Autonome. Sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione

Dal 16 gennaio, indipendentemente dal colore della zona in cui ci si trovi, è possibile il rientro presso le seconde case, solo se comprovato da un titolo con data certa anteriore al 14 gennaio 2021. La casa deve essere abitata solo da persone appartenenti al nucleo familiare dell’avente titolo. Necessario presentare copia del titolo di godimento con data certa o, eventualmente, autocertificazione. La falsità di quanto dichiarato costituisce reato

Autocertificazione sempre richiesta dalle 22:00 alle 05:00 (ore di coprifuoco) e per spostamenti verso altra Regione o Provincia Autonoma giustificati da motivi di salute, necessità o lavoro

All’interno della propria Regione, è fortemente raccomandato di non spostarsi, dalle 5:00 alle 22:00, salvo che per esigenze di lavoro, studio, salute, necessità e per usufruire di servizi non sospesi

Consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata (visite ad amici e parenti), all’interno della propria Regione, una sola volta al giorno fra le 5.00 e le 22.00, nei limiti di due persone. Sono esclusi dal conteggio minori di anni 14, disabili o non autosufficienti conviventi

Ricongiungimento tra partner consentito presso il luogo corrispondente a quello di residenza, domicilio o abitazione della coppia, escluse seconde case e hotel (eventualmente anche in un’altra Regione)

Ristoranti aperti fino alle ore 18:00. Consegna a domicilio sempre consentita. Consentito asporto dalle 5:00 alle 22:00

Bar, gelaterie e pasticcerie aperte fino alle ore 18:00. Consegna a domicilio sempre consentita. Vietato asporto dopo le 18:00 (per le attività identificate da codici ATECO 56.3 e ATECO 47.25)

Mostre e musei aperti nei giorni feriali

Chiusi palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, fatta salva l’erogazione di prestazioni riabilitative o terapeutiche. Restano aperti centri e circoli sportivi solo per attività sportiva di base all’aperto

Chiusi teatri e cinema

Chiusi sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò

Chiuse le università salvo alcune attività per le matricole e per i laboratori

Didattica a distanza almeno al 50% e fino ad un massimo del 75% per le scuole superiori, salvo diversa ordinanza regionale

Didattica in presenza con obbligo mascherina per scuole elementari e medie

Chiusi i centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi

Sempre aperte farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole

Consentita assistenza a parenti o amici non autosufficienti, nel rispetto dei protocolli anti-covid

Parrucchieri aperti

Centri estetici aperti

Negozi aperti

Chiese aperte e funzioni religiose consentite nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal governo

Restano aperte le industrie ed i cantieri

Capienza massima dei mezzi pubblici al 50%

Smart working ove possibile

Vietate feste al chiuso, sagre, fiere ed eventi analoghi

Vietati sport di squadra amatoriali

Consentiti sport individuali all’aperto

Chiusi impianti sciistici fino al 15 Febbraio

urbanlungo
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img